Ducato di Polonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ducato di Polonia
Ducato di Polonia - Stemma
Dati amministrativi
Lingue ufficiali Latino
Lingue parlate
Capitale Gniezno
Dipendente da Sacro Romano Impero
Politica
Forma di Stato Ducato
Forma di governo
Nascita 962 con Miecislao I di Polonia
Causa Congresso di Gniezno
Fine 1025 con Boleslao I
Territorio e popolazione
Religione e società
Religioni preminenti Cristianesimo
Evoluzione storica
Succeduto da Alex K Kingdom of Poland-flag.svg Regno di Polonia

Il Ducato di Polonia dei primi Piast fu uno stato polacco esistito ufficialmente dal 962 quando Ottone I di Sassonia concesse a Miecislao I il titolo di Duca di Polonia, ed il possesso delle terre conquistate in cambio del giuramento di fedeltà.

All'epoca dell'instaurazione ufficiale del ducato, il suo territorio comprendeva la Grande Polonia (Wielkopolska), la Cuiavia, la Masovia e probabilmente nelle regioni orientali Pomerania. Negli anni sessanta del 900 probabilmente venne annessa anche parte della Pomerania occidentale.

Dati[modifica | modifica wikitesto]

  • Lingua ufficiale: Latino (scritto), Polacco (parlato)
  • Capitale: Gniezno
  • Sistema politico: ducato
  • Successione: tutti i figli maschi del re avevano eguale diritto al trono (il più forte diventava re).
Polonia Portale Polonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Polonia