Gniezno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il limitrofo comune rurale, vedi Gniezno (comune rurale).
Gniezno
comune
Gniezno – Stemma Gniezno – Bandiera
Gniezno – Veduta
Localizzazione
StatoPolonia Polonia
VoivodatoPOL województwo wielkopolskie COA.svg Grande Polonia
DistrettoPOL powiat gnieźnieński COA.svg Gniezno
Amministrazione
SindacoJacek Kowalski
Territorio
Coordinate52°32′N 17°36′E / 52.533333°N 17.6°E52.533333; 17.6 (Gniezno)Coordinate: 52°32′N 17°36′E / 52.533333°N 17.6°E52.533333; 17.6 (Gniezno)
Superficie49 km²
Abitanti69 844 (2008)
Densità1 425,39 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale62-200 a 62-210
Prefisso(+48) 61
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Polonia
Gniezno
Gniezno
Sito istituzionale

Gniezno (in tedesco: Gnesen) è un'antica città della Polonia, situata nel voivodato della Grande Polonia, circa 50 km a est di Poznań, nella zona centro-occidentale del paese. Fu la prima capitale della Polonia intorno alla fine del X e l'inizio dell'XI secolo. Successivamente la corte polacca si trasferì a Cracovia. Gniezno fu anche sede del primo arcivescovado polacco.

La cattedrale di Gniezno, una delle più antiche di tutta la Polonia

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Diverse prove archeologiche mostrano la presenza di insediamenti umani che risalgono al Paleolitico. I primi insediamenti di popolazioni slave risalgono all'VIII secolo mentre la fortezza venne edificata intorno all'800.

Nel 966 diviene sede di quella che fu la prima manifestazione del popolo polacco come tale. Il capostipite dei Piasti, Mieszko I di Polonia, fondò qui le basi della cultura ed unità nazionale polacca, riunendo le prime genti sotto la sua bandiera che è poi quella che ha dato origine all'attuale bandiera polacca, avvicinando il suo popolo alla Chiesa convertendosi, ed ampliando ulteriormente la città che divenne poi arcivescovado ed il luogo delle incoronazioni reali.

Nel 1038 i Boemi del duca Bretislao distrussero la città e ciò spinse i sovrani polacchi a spostare la capitale dello stato nella più sicura Cracovia.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN234160645 · GND: (DE4093630-2 · BNF: (FRcb119520309 (data)
Polonia Portale Polonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Polonia