Dioico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando i composti chimici contenenti due gruppi carbossilici, vedi Acidi dioici.

Dioico è un termine che deriva dal greco (διοικία = due case) e si riferisce al fatto che una specie abbia individui maschili e femminili.

In zoologia[modifica | modifica wikitesto]

Physalia physalis, la caravella portoghese, è un animale coloniale marino dioico; le meduse riproduttive all'interno di una colonia come questa sono tutte dello stesso sesso.

La separazione dei sessi è alquanto usuale nel regno animale. In zoologia, le specie dioiche possono essere contrapposte alle specie ermafrodite.

Il termine dioico può anche descrivere colonie all'interno di una specie, come le colonie di Siphonophorae, che possono essere dioiche o monoiche.

Spesso si utilizza, come sinonimo di dioico, il termine specialistico gonocorico (o anche anfigonico).

In botanica[modifica | modifica wikitesto]

Si riferisce alla riproduzione sessuale delle piante. Indica che gli organi riproduttivi maschili (coni maschili nelle gimnosperme e stami nelle Angiosperme) e femminili (coni femminili nelle gimnosperme e pistillo nelle Angiosperme) sono portati su due piante distinte.

Esistono quindi esemplari con fiori maschili e fiori femminili della stessa specie. Questo significa che i gameti maschili e femminili vengono prodotti su due piante diverse.

Di solito la pianta maschile e quella femminile non presentano grosse differenze morfologiche, tranne al momento di produzione dei gameti, quando compaiono le strutture riproduttive. Per far sì che una pianta dioica femminile produca dei frutti e dei semi è quindi indispensabile la presenza di una pianta impollinatrice, cioè che possiede fiori maschili in grado di produrre polline.

La condizione di dioicità nelle piante è assai poco comune in natura, essendo nell'ambiente vegetale la condizione prevalente quella di recare nel fiore gli elementi completi dei due sessi (piante monoiche), pur avendo di norma meccanismi diversi per evitare l'autoimpollinazione.

Piante dioiche[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni esempi di piante dioiche, presenti in Italia appartenenti alle Gimnosperme:

Ed altri appartenenti alle Angiosperme:

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica