Ovulo (gamete)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un ovulo, da una illustrazione del Gray's Anatomy
Uno spermatozoo mentre penetra la parete di un ovulo

L'ovulo, o cellula uovo, è il gamete femminile prodotto dal sistema riproduttivo femminile. Deriva dall'ovocita, la cellula uovo in uno stadio di maturazione non completo.

La cellula uovo tipicamente non è capace di compiere movimenti attivi ed è -rispetto al gamete maschile- una cellula di grandi dimensioni, ricca di nutrienti. La funzione della grande quantità di nutrienti contenuti nell'ovulo è quella di fornire l'energia necessaria per far sopravvivere e crescere lo zigote dopo la fecondazione prima che il gamete fecondato si sia impiantato nell'utero.

La dottrina "ex ova omne vivum" di William Harvey[modifica | modifica wikitesto]

Se nel 1600 l'esistenza di cellule uovo in animali non mammiferi era un fatto ampiamente comprovato, per i mammiferi non era stata ancora ipotizzata una spiegazione simile. In principio veniva accettata la teoria della "generazione spontanea" e del "preformazionismo"; successivamente William Harvey (1578-1657) ipotizzò la dottrina "ex ova omne vivum" (ogni vivente [mammifero proviene da] un uovo).

Nel 1827 Karl Ernst von Baer scoprì le cellule uovo per la prima volta nei mammiferi.

Nel 1876 Oskar Hertwig osservò nella stella marina la fusione di una cellula uovo con uno spermatozoo.

Nel 1928 Edgar Allen scoprì le cellule uovo per la prima volta nell'essere umano.

Ovulo (Umano)[modifica | modifica wikitesto]

Un ovulo, nello stadio di maturità completo, è rilasciato, durante l'ovulazione, ogni mese ed alternativamente, da una delle due ovaie femminili, nella corrispettiva tuba di Falloppio. Nella tuba può avvenire la fecondazione dell'ovulo da parte dello spermatozoo, per originare lo zigote.

L'ovulo è la cellula più voluminosa prodotta dal corpo umano, formatosi per meiosi nelle ovaie nel processo chiamato ovogenesi. L'ovulo ha un diametro di circa 150 micron ed è una cellula aploide perché possiede un corredo cromosomico dimezzato rispetto alle altre cellule del corpo, costituito cioè 23 cromosomi. Il suo cromosoma sessuale è sempre X. Avvenuta la fecondazione, la cellula diventa diploide ed assume il cromosoma sessuale portato dallo spermatozoo, che può essere X o Y, portando, rispettivamente, alla crescita di un individuo di sesso femminile o maschile. Questa prima cellula dà inizio alla prima fase della crescita di un essere umano, totalmente dipendente dalla madre. Essa può essere influenzata dall'attività sessuale.

Se avviene la fecondazione, la cellula uovo fecondata si annida nell'utero, in caso contrario, viene eliminata con il ciclo mestruale.

Nonostante alcuni modi di dire, l'ovulo femminile nell'essere umano viene comunemente chiamata 'cellula uovo', tuttavia occorre specificare che questa in realtà non é una cellula, ma gamete. Pertanto il nome cellula uovo deriva semplicemente dalla forma simile alle cellule normali.

Caratteristica fisica interessante dell'ovulo è la sua grande dimensione: è possibile vederlo ad occhio nudo aprendo l'organo riproduttivo femminile.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4151658-8