Denílson Custódio Machado

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Denílson
Nome Denílson Custódio Machado
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 180 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 1975
Carriera
Squadre di club1
1961-1963 Madureira 0 (0)
1964-1973 Fluminense 44 (1)[1]
1973-1974 Rio Negro 44 (0)
1975 Vitória 14 (0)
Nazionale
1966-1968 Brasile Brasile 9 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Denílson Custódio Machado, detto Denílson (Campos dos Goytacazes, 28 marzo 1943), è un ex calciatore brasiliano, di ruolo centrocampista.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Giocava come centrocampista;[2] era un trequartista abile tecnicamente.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nella società del Madureira, dove militò dal 1961 al 1963, fu acquistato dal Fluminense di Rio de Janeiro, dove, alla prima stagione, segnò due reti e vinse il titolo statale. Nel 1969 ripeté l'impresa, così come nel 1971, in concomitanza con l'inizio del primo campionato nazionale. La carriera di Denílson fu dunque legata, per la maggior parte del suo svolgimento, al Fluminense, e, oltre ai sette titoli totali tra campionati Carioca e Taça Guanabara, le presenze superano cifra 400. Nelson Rodrigues, scrittore e tifoso del Flu, soprannominò il calciatore Rei Zulu (Re Zulù). Una volta lasciata Rio, il centrocampista si trasferì nello Stato di Amazonas dove, con il Rio Negro, disputò altre due edizioni del campionato brasiliano (1973 e 1974). Nel 1975 chiuse la carriera con il Vitória.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Fu chiamato per la prima volta in Nazionale nel 1966 da Vicente Feola, che creò una lista di quarantasette possibili convocati per il Inghilterra 1966, da selezionare tramite una serie di amichevoli. Denílson debuttò dunque il 14 maggio contro il Galles, disputando le seguenti tre amichevoli contro Cile, Polonia e Perù. Feola decise di includerlo tra i ventidue per l'Inghilterra, e il giocatore fece il suo esordio al Mondiale il 12 luglio contro la Bulgaria a Goodison Park, partendo dal primo minuto. Il 19 luglio vide la sua ultima partita nella manifestazione, sempre a Liverpool contro il Portogallo. Il 17 luglio 1968 Denílson giocò la sua ultima partita internazionale contro il Perù a Lima.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Fluminense: 1964, 1969, 1971, 1973
Fluminense: 1966, 1969, 1971

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 433 (15) se si comprendono le partite disputate nei tornei antecedenti la creazione del campionato nazionale brasiliano.
  2. ^ (EN) Sambafoot - Denílson, en.sambafoot.com. URL consultato il 27 novembre 2010.
  3. ^ (PT) Que Fim Levou? - Denílson, terceirotempo.ig.com.br. URL consultato il 27 novembre 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]