Gérson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Gerson.
Gérson
Gérson de Oliveira Nunes.jpg
Gérson nel 1963
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 170[1] cm
Peso 69[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Termine carriera 1977
Carriera
Giovanili
1958Canto do Rio
Squadre di club1
1959-1963Flamengo153 (80)
1963-1969Botafogo243 (96)
1969-1972San Paolo75 (12)
1973-1977Fluminense20 (0)
Nazionale
1960Brasile Brasile olimpica3 (4)
1961-1972Brasile Brasile70 (14)
Palmarès
Transparent.png Taça das Nações
Argento Brasile 1964
Julesrimet.gif Mondiali di calcio
Oro Messico 1970
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Gérson de Oliveira Nunes, noto come Gérson (ˈʒɛʁsõ; Niterói, 11 gennaio 1941), è un ex calciatore brasiliano, considerato uno dei migliori centrocampisti di tutti i tempi.

Soprannominato Canhotinha de ouro (Piede sinistro dorato), era molto abile nelle verticalizzazioni da oltre quaranta metri di distanza per i compagni. Militò nelle file di Botafogo, Flamengo, San Paolo, Fluminense e della Nazionale brasiliana, con cui partecipò al campionato del mondo 1966 e al campionato del mondo 1970, che vinse. Proprio in questa circostanza fu una delle stelle del Brasile Campione del mondo in Messico, risultando il migliore in campo nella finale contro l'Italia. Con la sua Nazionale conta 70 presenze e 14 reti.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni statali[modifica | modifica wikitesto]

San Paolo: 1970, 1971
Botafogo: 1967, 1968
Fluminense: 1973

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Flamengo: 1961
Botafogo: 1964, 1966
Botafogo: 1968

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Messico 1970
1972

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) World Cup Champions Squads 1930-2006, su rsssf.com, RSSSF. URL consultato il 2 aprile 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]