Katophorite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Catoforite)
Katophorite
Classificazione Strunz 9.DE.20[1]
Formula chimica Na(NaCa)(Mg4Al)(Si7Al)O22(OH)2[2]
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallino trimetrico[2]
Sistema cristallino monoclino[2]
Classe di simmetria  
Parametri di cella a=9,8573(8) Å, b=17,962(1) Å, c=5,2833(4) Å, β=104,707(2)º[2]
Gruppo puntuale 2/m[2]
Gruppo spaziale C2/m[2]
Proprietà fisiche
Densità calcolata 3,091[3] g/cm³
Durezza (Mohs)  
Sfaldatura  
Frattura  
Colore  
Lucentezza  
Opacità  
Striscio  
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

La katophorite o catoforite è un minerale, un anfibolo appartenente, in base alla nomenclatura degli anfiboli del 2012 (IMA 2012), al sottogruppo degli anfiboli di sodio-calcio[4].

È stata descritta con il nome di katoforit nel 1894[5], la revisione della nomenclatura degli anfiboli del 1978 (IMA 1978) ha definito con il nome di magnesio-alumino-katophorite il termine con magnesio ed alluminio come dominanti nella posizione C con formula chimica NaCaNaMg4AlSi7AlO22(OH)2 mentre con il nome "katophorite" definiva l'attuale ferro-katophorite[6]. La revisione della nomenclatura del 1997 (IMA 1997) ha modificato il nome in magnesiokatophorite e formula chimica Na(CaNa)Mg4(Al,Fe3+)Si7AlO22(OH)2[7] ed infine il nome è diventato katophorite con la revisione del 2012 (IMA 2012)[4].

Nel 2014 l'IMA ha assegnato ad una nuova specie il nome katophorite[2] descritta in seguito in base ad un campione proveniente dalla zona di Hpakan nell'area delle miniere di giada (Jade Mine Tract) in Myanmar[3].

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il termine katophorite viene dal greco kataphora (καταφορά) che significa "precipitare" in riferimento alla sua origine vulcanica[5].

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Katophorite mineral information and data — mindat.org, mindat.org. URL consultato l'11 agosto 2014.
  2. ^ a b c d e f g Williams, p. 554
  3. ^ a b Oberti, p. 355
  4. ^ a b Hawthorne, p. 2037
  5. ^ a b Leake (1997), p. 235
  6. ^ Leake (1978), p. 508
  7. ^ Leake (1997), p. 228

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia