Branzi (formaggio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Branzi
Branzi.jpg
Una fetta di Branzi
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneLombardia
Zona di produzioneAlta Valle Brembana
Dettagli
Categoriaformaggio
RiconoscimentoP.A.T.
 

Il Branzi è un formaggio tra i più antichi e tipici delle Orobie[1]. Prende il nome dall'omonimo paese dell'Alta Valle Brembana in cui è nata la produzione tradizionale e dove tuttora il latte intero di vacca viene lavorato presso i locali della Latteria Sociale di Branzi Casearia. Il Branzi è inserito nell'elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali della Regione Lombardia[2].

Cenni storici [3][modifica | modifica wikitesto]

Nel 1953 Giacomo Midali, casaro di Branzi, perseguì l'obiettivo di produrre tutto l'anno un formaggio di alta qualità, garantita dall'impiego delle tecniche tradizionali utilizzate in alpeggio e dal latte prodotto in valle: fondò la Latteria Sociale, a cui aderirono molti piccoli produttori, e dalle cui coldere uscirono le prime forme di quel particolare formaggio che i Soci denominarono Branzi. Da oltre cinquant'anni il latte della Valle Brembana e delle aree limitrofe, con la sua tipicità legata alla qualità del foraggio e dei pascoli, viene raccolto quotidianamente e fatto confluire alla Latteria Sociale di Branzi, dove è trasformato dopo meticolosi controlli.

Processo di produzione [4][modifica | modifica wikitesto]

Per produrre questo formaggio è necessaria la coagulazione del latte alle temperatura di 35-37 °C con l'aggiunta di caglio liquido di vitello, per una durata di 30-35 minuti. Il coagulo ottenuto deve poi essere rotto, ottenendo grumi caseosi di piccole dimensioni.

Successivamente la cagliata deve essere fatta scaldare a una temperatura di 45 °C. Per ottenere un buon risultato è necessario mescolare il prodotto con la rotella o gli agitatori tradizionali.

Una volta che il coagulo si è depositato sul fondo, si passa all'estrazione della cagliata, da depositare successivamente negli appositi contenitori di legno.

Per ultimare la lavorazione si passa alla pressatura e alla salatura del prodotto ultimato (procedimento generalmente effettuato per salamoia).

Caratteristiche principali [5][modifica | modifica wikitesto]

  • Formaggio a pasta semicotta, di forma cilindrica.
  • Diametro: 40-50 centimetri.
  • Peso: varia dai 10 ai 12 chili.
  • Scalzo: laterale a "V" leggermente concavo, è alto 9 centimetri.
  • Crosta: liscia, sottile ed elastica di colore giallo sfumato.
  • Pasta: morbida di color giallo paglierino.
  • Occhiatura: sottile, regolare e fitta.
  • Sapore: dolce e delicato; con l'invecchiamento risulta più marcato, tendente al piccante.
  • Aroma: caratterizzato dalle essenze vegetali presenti nei foraggi.

Metodo di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La maturazione è fondamentale per la qualità del formaggio e avviene in ambienti climatizzati, con temperatura e umidità controllate. Le forme vengono rivoltate settimanalmente, pulite con spazzole e raspe e trattate per proteggere la crosta.

  • Tempo di stagionatura: 60 giorni per il prodotto fresco, da 6 a 7 mesi per quello stagionato fino a più di un anno per lo stravecchio.
  • Maturazione: ambiente con temperatura tra gli 8 e i 9  °C circa e umidità 90%.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Formaggio Tipico Branzi, su formaggiobranzi.com. URL consultato il 29 Novembre 2017.
  2. ^ Branzi, su Alimentipedia: enciclopedia degli alimenti. URL consultato il 29 Novembre 2017.
  3. ^ Raccolta del Latte, su formaggiobranzi.com. URL consultato il 29 Novembre 2017.
  4. ^ Formaggio Branzi - Prodotti Tipici Valle Brembana Bergamo, su brembana.info. URL consultato il 29 Novembre 2017.
  5. ^ Visto da Fuori Branzi, su formaggiobranzi.com. URL consultato il 29 Novembre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]