Beppe Recchia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Beppe Recchia, all'anagrafe Giuseppe Recchia (Pontenure, 21 maggio 1934Milano, 8 giugno 2007), è stato un regista italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Il suo debutto televisivo avviene in RAI nel 1960, dove negli anni ha lavorato con personaggi tra cui Giorgio Gaber, Cochi e Renato, Franca Valeri, Sandra Mondaini, Pippo Baudo, Enzo Tortora e molti altri. Grandissimo amante della moderna comicità televisiva, ha lavorato con Roberto Benigni in Onda Libera nel 1976. È poi passato nelle televisioni private debuttando su Telebiella, in seguito collaborò con TeleradioCity e, soprattutto, con Telealtomilanese e Antennatre, dove fu regista di tanti spettacoli di varietà tra cui Lo Squizzofrenico, Meglio Gufi che mai, Non lo sapessi ma lo so, Il telegramma, Affare fatto (con Ettore Andenna), O la va o la spacca, Il Guazzabuglio, Il Parapiglio e, assieme a Cino Tortorella, La bustarella.

Nel 1984 Recchia - pur mantenendo ancora aperta per un paio d'anni la collaborazione con l'emittente lombarda - passa alla Fininvest e dirige Drive In (1984-1988); inaugura così il sodalizio con Antonio Ricci, sfociando in più edizioni di Striscia la notizia. Firma poi decine di trasmissioni, come Odiens (1988), Emilio (1989), Buona domenica (1991-1995), La grande sfida (1992-1993), Scherzi a parte (1993), La sai l'ultima? (1997), Ciao Darwin (1998-2003), Beato tra le donne (2000), La corrida (2002-2004), Colorado Cafè Live (2006).

È morto a Milano dopo una lunga malattia: il giorno della sua morte la puntata di Colorado, in replica, fu dedicata a lui.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN311262338