Benetton B193A

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Benetton B193A
Benetton at goodwood.jpg
Benetton B193/B193B
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Benetton Formula
Categoria Formula 1
Squadra Camel Benetton Ford
Progettata da Ross Brawn
Rory Byrne
Sostituisce Benetton B192
Sostituita da Benetton B193B
Descrizione tecnica
Meccanica
Motore Ford HB 3.5 V8
Trasmissione semiautomatico
Risultati sportivi
Debutto Sudafrica Gran Premio del Sud Africa 1993
Piloti Germania Michael Schumacher
Italia Riccardo Patrese
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
2 0 0 1

La Benetton B193A (originariamente denominata B193) è una vettura di Formula 1 costruita dalla Benetton e utilizzata nel corso della stagione 1993.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Progettata sotto la direzione di Rory Byrne, che riprese i concetti già visti sulla B192, la B193A presentava affinamenti nelle appendici aerodinamiche (alettoni) e nuove soluzioni quali alette deviatrici di flusso all'imboccatura delle pance laterali. Le innovazioni di maggior portata consistettero tuttavia nell'adozione di un nuovo cambio semiautomatico, delle sospensioni attive e del controllo della trazione. La propulsione era affidata al motore Ford HB 3.5 V8, analogo a quello montato anche sulla Minardi M193 e sulla successiva B193B, e sempre meno performante rispetto ai V10 e V12 utilizzati dalle dirette concorrenti,

Un'altra novità tecnica di rilievo fu il cambio della partnership per il carburante, ove alla Mobil 1 subentrò la Elf-Minol.

Rendimento[modifica | modifica wikitesto]

Condotta dai piloti Michael Schumacher e Riccardo Patrese, la vettura corse solamente i due Gran Premi iniziali della stagione, in Sud Africa e Brasile (ove Schumacher giunse terzo), dopodiché venne sostituita dalla B193B, ancora più evoluta.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1