Be My Baby

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Be My Baby
Artista The Ronettes
Tipo album Singolo
Pubblicazione 1963
Durata 2:41
Album di provenienza Presenting the Fabulous Ronettes Featuring Veronica
Genere Pop
Etichetta Philips Records
Registrazione 1963
Formati Vinile
Note
The Ronettes - cronologia
Singolo precedente
Singolo successivo
Baby, I Love You
(1964)

Be My Baby è una canzone del 1963, scritta da Phil Spector, Jeff Barry, e Ellie Greenwich, eseguita dal terzetto femminile The Ronettes e prodotta da Spector. Le percussioni erano suonate da Hal Blaine.

La canzone nella versione delle Ronettes è alla posizione #22 della Lista delle 500 migliori canzoni secondo Rolling Stone, secondo la rivista Rolling Stone.[1] Nel 1999 è stata inserita nella Grammy Hall of Fame, e nel 2006, la Biblioteca del Congresso l'ha inserita nella United States National Recording Registry.

"Be My Baby" è una delle canzoni più conosciute della sua era, e probabilmente una delle canzoni che maggiormente hanno influenzato la musica pop a venire. Il critico Kason Ankeny ha scritto che una autorità come Brian Wilson ha dichiarato "Be My Baby" la più grande canzone pop mai creata.[2]

Nel febbraio 2012, è stata decretata come il secondo ritornello più esplosivo di tutti i tempi dalla rivista NME.[3]

Influenze[modifica | modifica wikitesto]

La canzone nel corso degli anni è diventata oggetto di cover da parte di numerosi artisti come John Lennon, i Bay City Rollers, Blue Öyster Cult, We Are Scientists, Maroon 5, e Travis.

Brian Wilson considera il proprio brano "Don't Worry Baby" (eseguito dai Beach Boys) come la "risposta maschile" a "Be My baby".

Il singolo del 1985, "Just Like Honey" del gruppo shoegaze dei Jesus and Mary Chain,è un tributo al pezzo delle Ronettes, com'è evidente dal rullo iniziale della batteria, praticamente identico a quello di "Be My Baby". Infatti i girl group di doo-woop degli anni '60, insieme al muro del suono di Spector, sono una delle influenze principali della band dei fratelli Reid.

Nel 1986, la canzone di Eddie Money "Take Me Home Tonight", include nel testo la frase "Just like Ronnie sang" ("proprio come cantava Ronnie") a cui segue parte del ritornello de "Be My Baby" cantato dalla stessa Ronnie Spector.

Mutya Buena e Amy Winehouse hanno registrato il brano "B Boy Baby", ispirato al pezzo delle Ronettes, e basato intorno al ritornello del singolo di debutto della Buena, Real Girl.

Nel romanzo American Psycho, Timothy Price offre al taxista che lo sta accompagnando 5 dollari di mancia, se alza il volume, nel momento in cui alla radio viene trasmessa "Be My Baby".

Nel manga Monster l'antagonista principale sceglie "Be My Baby" come musica delle sue apparizioni.

Nel film di Martin Scorsese Mean Streets, il brano viene utilizzato come colonna sonora di un montaggio di scene di strada. La canzone è anche parte della colonna sonora del film Quadrophenia del 1979, e del popolare Dirty Dancing - Balli proibiti del 1987.

La canzone è stata scelta anche numerose volte per diversi spot televisivi, fra i quali uno della Levi's del 1989 e la campagna pubblicitaria italiana dello shampoo Johnson's Baby della Johnson e Johnson.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The RS 500 Greatest Songs of All Time, RollingStone.com. URL consultato il 2 giugno 2007.
  2. ^ Jason Ankeny, "Be My Baby" Song Review, allmusic.com.
  3. ^ Classifica 'ritornello più esplosivo', vincono gli Oasis, Rockol, 28 febbraio 2012. URL consultato il 22 maggio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica