La Rappresentante di Lista

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La Rappresentante di Lista
La Rappresentante di Lista in Milan, October 29th, 2021.jpg
La Rappresentante di Lista nel 2021. Da sinistra: Veronica Lucchesi e Dario Mangiaracina
Paese d'origineItalia Italia
GenerePop[1]
Indie pop[2]
Musica elettronica[3]
Pop sperimentale[4]
Periodo di attività musicale2011 – in attività
EtichettaGarrincha Dischi (2014-2017)
Woodworm (2017-presente)
Album pubblicati5
Studio4
Live1
Sito ufficiale

La Rappresentante di Lista (noto anche con l'acronimo LRDL) è un gruppo musicale italiano formatosi nel 2011 a Palermo per iniziativa di Veronica Lucchesi e Dario Mangiaracina.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni, (Per la) via di casa (2011-2014)[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo nasce nel giugno 2011 quando Lucchesi, originaria di Viareggio, e Mangiaracina, originario di Palermo, si incontrano a Valledolmo durante le prove dello spettacolo teatrale Educazione Fisica, diretto da Sabino Civilleri e Manuela Lo Sicco.[5][6] Lucchesi, in precedenza, si era trasferita a Palermo per frequentare un corso di teatro di Emma Dante dopo aver abbandonato gli studi in Giurisprudenza,[7][8] mentre Mangiaracina ha conseguito una laurea in Medicina.[9]

Il nome del gruppo nasce quando Lucchesi, al fine di poter votare fuori sede al referendum abrogativo del 2011 in tema di energia nucleare, si iscrive come rappresentante di lista di uno dei vari partiti politici.[10] Il 6 marzo 2014 esce il loro primo album in studio, (Per la) via di casa, che inaugura la collaborazione del duo con l'etichetta Garrincha Dischi. L'album, che presenta sonorità folk e territoriali, contiene anche due brani in lingua tedesca (Klammern an den Zähnen e Winter Underwear).[11] Proprio con la canzone La Rappresentante di Lista, contenuta nel primo album, partecipano alla XXV edizione del festival Musicultura nel 2014, risultandone finalisti.

Bu Bu Sad (2015-2017)[modifica | modifica wikitesto]

Concerto in Piazza della Loggia a Brescia nel 2016

Il 4 dicembre 2015 esce il loro secondo album, Bu Bu Sad,[12] presentato in anteprima presso la libreria LaFeltrinelli di Palermo.[13] La promozione del disco è avvenuta sia con la pubblicazione di tre singoli, Invisibilmente, Apriti cielo! e Bora Bora, sia attraverso il Bu Bu Sad Live Tour, che ha visto il duo esibirsi in Italia accompagnato da tre turnisti: Marta Cannuscio alla batteria, Enrico Lupi alla tromba e sintetizzatori ed Erika Lucchesi al sassofono.

Nel giugno 2016 partecipano alla settima edizione del concorso Musica da Bere vincendo il Premio Live per la migliore esibizione dal vivo.[14]

Dai continui concerti seguenti l'uscita di Bu Bu Sad nasce l'idea di pubblicare, il 7 marzo 2017, il primo album dal vivo della band, Bu Bu Sad Live, contenente sia brani dal disco che dal precedente (Per la) via di casa, oltre alle cover di ...e la luna bussò di Loredana Bertè e Cumu è sula la strata dei Fratelli Mancuso.[15]

Go Go Diva (2018-2020)[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo in concerto a Palermo nel 2018 durante il Go Go Diva Tour

L'8 novembre 2018 La Rappresentante di Lista ha annunciato il terzo album in studio Go Go Diva, pubblicato il successivo 14 dicembre; il duo l'ha descritto come «un invito a perdersi, a battersi, a spogliarsi e a cantare con tutta la voce che si ha in corpo», aggiungendo che «nell'inferno dei desideri, nel buio della paura, nell'oscurità di questo tempo, noi ci sentiamo maledettamente vivi».[16] Ad anticiparne l'uscita, il 16 novembre è stato reso disponibile digitalmente il primo singolo Questo corpo, in seguito incluso anche nella colonna sonora della serie The New Pope di Paolo Sorrentino.[17] Lo stesso 16 novembre vengono pubblicate le date del Go Go Diva Tour, con prima tappa a Palermo il 25 dicembre 2018.[18]

Il 16 aprile 2019 è stata pubblicata su Rockit una versione inedita di Conoscersi in una situazione di difficoltà, collaborazione musicale del gruppo con Giovanni Truppi,[19] mentre il 25 giugno è uscito il singolo Ci diamo un bacio di Dimartino in collaborazione con il duo.[20] Il 1º maggio 2019 il gruppo si è esibito al Concerto del Primo Maggio a Roma.[21] Conclusa la prima parte del Go Go Diva Tour, il 24 settembre 2019 la band ha dato inizio ad Anatomia Fantastica al Mercurio Festival di Palermo, una performance incentrata sul tema del realismo magico di Alejandro Jodorowsky con incursioni in Julio Cortázar e Gianni Rodari. La performance è stata replicata in varie città italiane.[22]

Il 31 gennaio 2020 è uscito l'EP 5 di Giovanni Truppi, al cui interno figura una nuova versione del suo brano Due segreti incisa con il duo.[23] Il 6 febbraio La Rappresentante di Lista ha preso parte alla terza serata del Festival di Sanremo a fianco di Dardust e del cantante in gara Rancore per l'interpretazione del brano Luce (tramonti a nord est) di Elisa; la performance si è classificata nona al termine della serata.[24]

My Mamma e i Festival di Sanremo (2021-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 dicembre 2020 la band ha annunciato di essere al lavoro sul quarto album in studio.[25] Tre giorni più tardi è stata annunciata la loro partecipazione al Festival di Sanremo 2021 in qualità di concorrenti nella sezione Big con il brano Amare,[26] classificatosi undicesimo al termine della kermesse.[27] All'interno della stessa manifestazione, nella serata delle cover, duettano con Donatella Rettore in una nuova versione di Splendido splendente, classificandosi al nono posto.

Contestualmente alla loro partecipazione, il 5 marzo La Rappresentante di Lista ha pubblicato l'album My Mamma, anticipato il 12 febbraio dal singolo Alieno.[28] Il disco presenta dieci brani e tre interludi (questi ultimi esclusi dall'edizione digitale) prodotti per la maggior parte da Papa D & Piccolo Cobra, team che include sia Lucchesi e Mangiaracina sia i produttori Roberto Cammarata e Marco Romanelli, e si caratterizza per le sonorità più pop ed elettroniche rispetto al passato.[29][30]

Grazie alla loro partecipazione al Festival di Sanremo il gruppo si è fatto conoscere da un pubblico più ampio, sebbene Mangiaracina abbia voluto sottolineare l'attitudine indipendente rispetto al panorama mainstream:

«L'impatto con un pubblico così esteso ci ha invitato a definire ancora di più i nostri confini, a capire meglio chi siamo, quello che serve quando ci si espone a una platea così vasta. Nonostante l'affaccio al mainstream restiamo comunque una band con un forte carattere di indipendenza, ce l'abbiamo scritto sulla pelle.»

Il 7 maggio 2021 il gruppo ha annunciato la sua quarta tournée musicale, il My Mamma Tour, con prima tappa ad Arezzo il 24 giugno.[31] In occasione dello stesso tour il 9 luglio 2021 viene pubblicato un singolo inedito, Vita, incluso nella riedizione streaming dell'album.[32] Un ulteriore singolo, Religiosamente, è stato reso disponibile il 22 ottobre,[33] mentre sei giorni più tardi è stato distribuito da Il Saggiatore il primo romanzo del gruppo, Maimamma, incentrato sulle vicende della protagonista Lavinia.[34]

Nel 2022 hanno nuovamente preso parte al Festival di Sanremo con il brano Ciao ciao, classificatosi settimo al termine della manifestazione;[35] in occasione della serata delle cover il duo ha eseguito una versione di Be My Baby delle Ronettes insieme a Cosmo, Margherita Vicario e Ginevra. Entrambi i brani sono stati inclusi nella riedizione di My Mamma denominata Ciao ciao Edition, distribuita digitalmente l'11 febbraio.[36] Il 5 aprile hanno promosso l'organizzazione del concerto Tocca a noi - Musica per la pace, svoltosi in piazza Maggiore a Bologna, al quale si sono esibiti.[37]

Il 17 giugno 2022 il duo ha pubblicato il singolo Diva, volto ad anticipare la tournée estiva di My Mamma.[38]

Stile musicale[modifica | modifica wikitesto]

Appartenenti alla scena musicale indipendente italiana,[2] La Rappresentante di Lista si definisce un gruppo «queer pop»,[39] come affermato più volte in varie interviste. Nel 2017, in occasione di un'intervista concessa a la Repubblica XL, il duo ha dichiarato:[40]

«Non è più il tempo delle definizioni. Come nella sessualità sfumano i confini dei generi, così nella musica. [...] Queer è un termine che abbiamo preso in prestito dai ragionamenti sull'identità sessuale. Prima che venisse acquisito da chi negli anni novanta lottava per i diritti della comunità LGBT, queer era l'equivalente del nostro "finocchio". Oggi queer è sinonimo di "eccentrico", "sui generis", "strambo". Questa non-definizione ammette la possibilità di cambiare, di trasformarsi.»

L'anno seguente hanno spiegato come il termine, se privato di «tutti gli aspetti che hanno a che fare con la sessualità», assume «un significato trasversale [...], senza schemi, senza classificazioni, libero dall'identità di genere, in qualche modo fluido, che non ha paura di mischiare. Quello che facciamo potrebbe proprio essere queer, quindi queer music, anche se non trattiamo tematiche queer propriamente dette. Però queer ci piace».[41]

Nel 2021 Mangiaracina ha spiegato come il duo si senta portatore di un'identità «fluida, perché la sessualità non ha confini. Ma son servite le definizioni, le lotte per i diritti di prima, per poter affermare, come faccio io, di non volere essere "fissato" in uno schema di genere».[42]

La discografia del duo è, difatti, caratterizzata da uno stile musicale largamente eclettico che ha la sperimentazione e l'elettronica come elementi centrali,[2][3] al cui interno sono presenti influenze che spaziano tra il pop,[4] il rock,[43] folk,[1][44] il synth pop, l'elettropop, il nu jazz, il neo soul, la musica d'autore,[45] la dance,[46] la musica psichedelica, il contemporary R&B e il soul jazz.[47]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Attuale
Turnisti
  • Enrico Lupi – tastiera, sintetizzatore, tromba (2015-presente)
  • Marta Cannuscio – batteria elettronica, conga, percussioni, cori (2015-presente)
  • Erika Lucchesi – chitarra, sassofono, percussioni, cori (2015-presente)
  • Roberto Calabrese – batteria, percussioni (2018-presente)
  • Roberto Cammarata – chitarra (2022-presente)
  • Carmelo Drago – basso (2022-presente)

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Discografia de La Rappresentante di Lista.

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Album dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Altre opere[modifica | modifica wikitesto]

Teatro e televisione[modifica | modifica wikitesto]

Narrativa[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Elena Palmieri, La fluidità de La Rappresentante di Lista, su Rockol, 23 marzo 2021. URL consultato il 17 luglio 2021.
  2. ^ a b c Ivan Acunzo, Con Go Go Diva La Rappresentante di Lista celebra il coraggio, su il Chaos. URL consultato il 7 novembre 2021.
  3. ^ a b Francesca Marchesini, La Rappresentante di lista My Mamma, su Off Topic Magazine, 9 marzo 2021. URL consultato il 26 maggio 2022.
  4. ^ a b Ilario Luisetto, La Rappresentante di Lista pensa alla musica con "My mamma" – RECENSIONE, su Recensiamo musica, 21 marzo 2021. URL consultato il 26 maggio 2022.
  5. ^ La Rappresentante di Lista. «Ecco la nostra canzone‑teatro», su Mentelocale, 13 febbraio 2014. URL consultato l'8 marzo 2021.
  6. ^ Filmato audio Rock Revolution intervista i La Rappresentante di Lista, su YouTube, 16 dicembre 2011. URL consultato l'8 marzo 2021.
  7. ^ Roy Lepore, Da Viareggio al palco di Sanremo Veronica è in rampa di lancio, su iltirreno.gelocal.it, Il Tirreno, 5 febbraio 2020. URL consultato il 17 luglio 2021 (archiviato dall'url originale il 7 febbraio 2020).
  8. ^ La Rappresentante Di Lista: «Voce del verbo Amare», su vanityfair.it, Vanity Fair, 17 febbraio 2021. URL consultato il 21 febbraio 2021.
  9. ^ La Rappresentante di Lista in tour con un rito collettivo femminista ed ecologista, su Wired, 26 giugno 2021. URL consultato l'8 luglio 2021.
  10. ^ Annalisa Ruggiero, La Rappresentante di Lista, pop e autorialità al servizio dell'imprevedibile, su lenius.it, 8 settembre 2014. URL consultato il 12 maggio 2017.
  11. ^ Stefano Zicari, la Rappresentante di Lista – (Per La) Via Di Casa, su impattosonoro.it. URL consultato il 12 maggio 2017.
  12. ^ Fiorella Vacirca, La Rappresentante di Lista – Bu bu sad, su crunched.it. URL consultato il 12 maggio 2017.
  13. ^ Rappresentante di Lista presenta a Palermo "Bu Bu Sad", su NewSicilia, 7 dicembre 2015. URL consultato il 9 dicembre 2021.
  14. ^ Musica da Bere 2016, VII Edizione, su musicadabere.it.
  15. ^ Anna Gaia Cavallo, "Bu Bu Sad": il primo album live de La Rappresentante Di Lista [collegamento interrotto], su loudvision.it. URL consultato il 15 maggio 2017.
  16. ^ La Rappresentante di Lista, GO GO DIVA è un invito a perdersi, a battersi, a spogliarsi e a cantare con tutta la voce che si ha in corpo, su Facebook, 8 novembre 2018. URL consultato il 2 febbraio 2022 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2022).
  17. ^ The new Pope, la colonna sonora del duo siciliano "La rappresentante di lista", su la Repubblica, 19 gennaio 2020. URL consultato il 31 gennaio 2020.
  18. ^ La Rappresentante di Lista, Post [collegamento interrotto], su Facebook. URL consultato il 2 febbraio 2022.
  19. ^ Filmato audio Giovanni Truppi feat. La Rappresentante Di Lista / Notturni di Rockit, su YouTube, 16 aprile 2019. URL consultato il 17 aprile 2019.
  20. ^ Dimartino: il nuovo singolo "Ci diamo un bacio" con La Rappresentante di Lista, su Sky TG24, 26 giugno 2019. URL consultato il 2 febbraio 2022.
  21. ^ Concerto del Primo Maggio 2019 a Roma, parla La Rappresentante di Lista. Video, su Rockol, 1º maggio 2019. URL consultato il 18 dicembre 2020.
  22. ^ a b La Rappresentante Di Lista | Anatomia Fantastica. Quello che hai voglia di dare non lo puoi trattenere – LRDL legge Jodorowsky, su Bologna Agenda Cultura. URL consultato il 6 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 6 novembre 2019).
  23. ^ GIOVANNI TRUPPI: esce il 31 gennaio "5" con duetti con Calcutta, Niccolò Fabi, La Rappresentante di Lista e Brunori Sas, su rockon.it, 15 gennaio 2020. URL consultato il 31 gennaio 2020.
  24. ^ Arianna Ascione, Sanremo 2020, la classifica dopo la terza serata: Tosca vince la gara di cover, su Corriere della Sera, 7 febbraio 2020. URL consultato il 2 febbraio 2022.
  25. ^ La Rappresentante di Lista in gara a Sanremo 2021: chi è la band di Veronica Lucchesi, su Rockol. URL consultato il 18 dicembre 2020.
  26. ^ Sanremo, tris Woodworm: l'etichetta aretina al festival con "La rappresentante di lista", su La Nazione, 18 dicembre 2020. URL consultato il 18 dicembre 2020.
  27. ^ La classifica finale del Festival, su Corriere della Sera, 7 marzo 2021. URL consultato il 7 marzo 2021.
  28. ^ La Rappresentante di Lista, Quando abbiamo iniziato a scriverlo eravamo in silenzio, eravamo dei fogli bianchi., su Facebook, 8 febbraio 2021. URL consultato l'8 febbraio 2021.
  29. ^ Fabio Fiume, La Rappresentante di lista - My Mamma - Recensione, su allmusicitalia.it, All Music Italia, 16 marzo 2021. URL consultato il 17 luglio 2021.
  30. ^ Elena Palmieri, La fluidità de La Rappresentante di Lista, su Rockol, 23 marzo 2021. URL consultato il 17 luglio 2021.
  31. ^ LRDL - MY MAMMA TOUR ESTATE 2021: ANNUNCIATE LE PRIME DATE, su Woodworm, 7 maggio 2021. URL consultato l'8 maggio 2021.
  32. ^ La Rappresentante di Lista lancia il singolo inedito "Vita" e parte in tour (testo e audio), su All Music Italia, 8 luglio 2021. URL consultato l'8 luglio 2021.
  33. ^ L'abbandono nel testo di Religiosamente de La Rappresentante di Lista, il nuovo singolo, su Optimagazine, 21 ottobre 2021. URL consultato il 23 ottobre 2021.
  34. ^ Maimamma, su Il Saggiatore. URL consultato il 7 novembre 2021.
  35. ^ La classifica definitiva della finale: Elisa al secondo posto, Morandi terzo, su Corriere della Sera, 6 febbraio 2022. URL consultato il 6 febbraio 2022.
  36. ^ La Rappresentante di Lista: esce una riedizione di "My mamma" con "Ciao ciao" e "Be my baby", su Rockol, 10 febbraio 2022. URL consultato il 10 febbraio 2022.
  37. ^ "Tocca a noi - Musica per la pace", il concerto a Bologna il 5 aprile, su Billboard Italia, 28 marzo 2022. URL consultato il 5 aprile 2022.
  38. ^ Davide Cantire, La Rappresentante di Lista. "Diva" è il nuovo singolo in uscita in attesa del tour estivo, su Sentireascoltare, 13 giugno 2022. URL consultato il 13 giugno 2022.
  39. ^ Valeria Lucia Passoni, Fare musica, volersi bene, sperimentare: intervista a La Rappresentante di Lista, su Bossy, 2 maggio 2019. URL consultato il 2 febbraio 2022.
  40. ^ Francesca Ceccarelli, La Rappresentante di Lista, il lato queer della musica, su la Repubblica XL, 21 luglio 2017. URL consultato il 2 febbraio 2022.
  41. ^ Adila Salah, Intervista a La rappresentante di lista | Queer e liberi dall'identità di genere., su Noise Symphony, 23 dicembre 2018. URL consultato il 2 febbraio 2022.
  42. ^ https://www.vanityfair.it/music/storie-music/2021/02/17/la-rappresentante-di-lista-sanremo-2021-lrdl-amare-chi-sono-biografia
  43. ^ La Rappresentante di lista - My Mamma - Recensione, su All Music Italia, 16 marzo 2021. URL consultato il 26 maggio 2022.
  44. ^ La Rappresentante Di Lista - (Per La) Via Di Casa, su ImpattoSonoro, 3 luglio 2014. URL consultato il 26 maggio 2022.
  45. ^ Recensione: La rappresentante di lista, "Bu Bu Sad", su Traks, 9 febbraio 2016. URL consultato il 26 maggio 2022.
  46. ^ La Rappresentante di Lista: "Alieno" è il nuovo singolo, su Traks, 12 febbraio 2021. URL consultato il 26 maggio 2022.
  47. ^ ALberto Giusti, la Rappresentante di Lista: "Bu Bu Sad" recensione, su Rockit, 30 dicembre 2015. URL consultato il 26 maggio 2022.
  48. ^ Intervista a La Rappresentante di Lista, su Vanity Fair, 19 febbraio 2020. URL consultato il 19 febbraio 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0004 7049 0631