Avvistamento di Phoenix

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

L'avvistamento collettivo di Phoenix (Arizona), noto anche come "luci di Phoenix" (Phoenix lights), fu un doppio avvistamento collettivo di luci (nel primo caso di luci in formazione a triangolo, nel secondo di luci stazionarie) nel cielo di Phoenix, che avrebbe coinvolto oltre 10 000 persone il 13 marzo 1997.

Il governatore dell'Arizona[modifica | modifica wikitesto]

Il 19º Governatore (dal 1991 al 1997) dell'Arizona, Fife Symington, promise di fare chiarezza sull'avvistamento di massa, ma poi ridicolizzò il tutto durante la conferenza dove presentò il capo del suo staff vestito da alieno, dicendo di aver trovato il colpevole. Tuttavia, nel 2007, il governatore dichiarò che egli stesso fu testimone dello strano evento, dicendo che l'oggetto volante non identificato era "enorme e inesplicabile"[1] e "più grande di qualunque cosa mai vista: rimane un mistero".[2][3][4] Il 9 novembre 2007, Fife Symington ha raccontato la sua esperienza partecipando al Larry King Live.

La spiegazione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo avvistamento di massa fu spiegato da Mitch Stanley, un astrofilo, che osservò le luci usando il suo telescopio dobsoniano attrezzato con un oculare Tele Vue 32 mm. Egli poté osservare chiaramente che le luci non erano altro che aerei in formazione.[5]

Il secondo avvistamento fu spiegato dalla U.S. Air Force come una serie di flare del tipo LUU-2B/B a lunga durata che furono lanciati da quattro aerei Fairchild-Republic A-10 Thunderbolt II in esercitazione al Barry Goldwater Range presso la base aerea militare di Luke. Ma la forma, la traiettoria e l'orario nel quale avvenne l'avvistamento degli oggetti non concordano con questa spiegazione.[6][7]

Avvistamenti successivi[modifica | modifica wikitesto]

Un successivo avvistamento avvenne il 6 febbraio 2007, e venne filmato dalla locale stazione di Fox News TV.[8][9] Anche in questo caso la FAA, così come l'aeronautica militare, sostennero che si trattava di razzi tipo flare lanciati da aerei F-16 in esercitazione alla Base Aerea militare di Luke.[10]

Un altro avvistamento si verificò il 21 aprile 2008 e fu chiarito che si trattava di lampade a fiamma attaccate a palloni aerostatici gonfiati con elio.[11]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Leslie Kean, Symington confirms he saw UFO 10 years ago, in The Daily Courier, 18 marzo 2007. URL consultato il 3 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2010).
  2. ^ (EN) Former Arizona Governor Comes Forward About UFO Sighting From 10 Years Ago, in Fox News, Phoenix, 24 marzo 2007. URL consultato il 3 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 16 ottobre 2012).
  3. ^ (EN) Former Arizona Governor now admits seeing UFO, su exopolitics.blogs.com, 5 aprile 2007. URL consultato il 3 maggio 2014.
  4. ^ (EN) Jon Shanks, Former Arizona Gov. Admits UFO Sighting On Night of Phoenix Lights, in The National Ledger, 18 marzo 2007. URL consultato il 3 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 20 marzo 2007).
  5. ^ (EN) Tony Ortega, The Great UFO Coverup, in Phoenix New Times, 26 giugno 1997. URL consultato il 3 maggio 2014.
  6. ^ (EN) Scott Craven, Intrigue persists over lights in sky, in The Arizona Republic, 25 febbraio 2007 (archiviato dall'url originale il 31 luglio 2012).
  7. ^ Remo Ponti, Arizona ’97: tanto rumore per nulla?, in UFO - Rivista di Informazione Ufologica, n. 21, 1º novembre 1998. URL consultato il 3 maggio 2014.
  8. ^ Filmato audio (EN) Phoenix lights part 2, Spike TV, 7 febbraio 2007. URL consultato il 3 maggio 2014.
  9. ^ (EN) Michael Anthony, Pamela Hughes e Bob McClay, Lights in the Sky Bring Back Memories of Phoenix Lights, su ktar.com, 7 febbraio 2007. URL consultato il 3 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 13 luglio 2011).
  10. ^ (EN) Michael Amsterdam, Arizona UFO or Military Flares?, in The National Ledger, 7 febbraio 2007. URL consultato il 23 dicembre 2020 (archiviato dall'url originale l'8 settembre 2012).
  11. ^ Phoenix man: neighbor caused Monday’s mysterious lights

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]