Avvistamento di UFO a Firenze

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il 27 ottobre 1954, ebbe luogo un avvistamento di oggetti non identificati (UFO) nel cielo di Firenze, evento che tuttora è oggetto di interesse nel mondo dell'ufologia e argomento di trasmissioni televisive e articoli giornalistici che trattano di eventi inerenti al mondo del mistero e del paranormale.

I fatti[modifica | modifica wikitesto]

Gli avvistamenti si ebbero nella giornata del 27 ottobre 1954, soprattutto in due luoghi:

I testimoni oculari riferirono l'avvistamento quel giorno nei cieli di Firenze di numerosi oggetti non identificati di colore bianco, a forma "di ali di gabbiano" secondo alcuni e "di cappello da mandarino cinese" secondo altri.[1][2]

La prima manifestazione si ebbe all'incirca alle ore 14:20, sopra il Duomo, dove gli oggetti volanti rimasero visibili per una quindicina di minuti; poi gli avvistamenti si concentrarono sopra lo stadio, dove circa 10.000 spettatori stavano assistendo al secondo tempo, iniziato da pochi minuti, di una partita amichevole tra Fiorentina e Pistoiese, che a causa delle evoluzioni aeree di quegli strani oggetti venne sospesa.

La direzione di questi velivoli sarebbe stata da nord-ovest verso sud-est, lungo un asse che congiungeva la zona delle Cascine a Rovezzano.[2]

A questi eventi seguì, per una mezz'ora circa, la caduta a mo' di "nevicata" di filamenti in uno sconosciuto materiale biancastro e appiccicoso, battezzati dalla stampa dell'epoca col nome di "bambagia silicea" (altresì noti come "capelli d'angelo").[3]

Tra le numerose testimonianze dell'accaduto, si registrano anche quelle del capocronista de La Nazione Giorgio Batini e dei calciatori Romolo Tuci e Ronaldo Lomi.[1][4][5]

L'analisi dell'evento[modifica | modifica wikitesto]

Un'indagine del Cicap rilevò che in quella settimana erano in corso esercitazioni militari che facevano uso di chaff (una contromisura radioelettrica di difesa antimissile che disturba e inganna i radar dei sistemi di puntamento degli aerei nemici attraverso la dispersione di nuvole di materiale radar-riflettente, come striscioline di carta stagnola)[6], che avrebbero verosimilmente creato riflessi nel cielo.

La presenza dei filamenti, sempre secondo il Cicap, sarebbe invece legata al fenomeno del ballooning ("effetto mongolfiera"), una tecnica di migrazione aerea messa in atto da alcune specie di ragni. Questi, attraverso le proprie ghiandole sericigene, producono lunghi filamenti biancastri che formano istantaneamente una grande tela triangolare che funge da paracadute, aggrappati alla quale riescono a librarsi in aria e spostarsi in volo anche per migliaia di chilometri, sfruttando le correnti d'aria e i campi elettrici della Terra.[7][8]

Il periodo della migrazione di questi ragni coincide con quello in cui avvennero gli avvistamenti di Firenze. Il fenomeno era pressoché ignoto all'epoca; è stato in seguito spiegato e documentato, anche con riprese e analisi chimiche.[9]

Trattazione dell'evento da parte dei media[modifica | modifica wikitesto]

Nei giorni seguenti, i mezzi di comunicazione di massa diedero grande risalto all'avvenimento. Vari giornali dell'epoca lo seguirono in dettaglio, tra cui La Nazione e La Domenica del Corriere. Negli anni successivi, fino ai giorni nostri, è stato spesso citato in trasmissioni televisive che trattano di ufologia e altri argomenti di carattere pseudoscientifico, come Voyager[10] o Il bivio - Cosa sarebbe successo se...

Nel 2013 e nel 2014, sono apparsi due articoli sull'argomento nella sezione Sport del giornale online dell'emittente BBC World Service, rispettivamente intitolati "The day UFOs hovered over Fiorentina's Stadio Artemio Franchi"[11] e "The day UFOs stopped play"[12].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Firenze, ottobre 1954 - Dischi volanti sulla città
  2. ^ a b Jacopo Cioni, UFO a Firenze, 1954. E se invece... FlorenceCity - Rivista Fiorentina, su FlorenceCity - Rivista Fiorentina, 4 ottobre 2016. URL consultato il 3 aprile 2019.
  3. ^ Firenze, su www.ecn.org. URL consultato il 4 aprile 2019.
  4. ^ Fulvio Fusco, Space news, Vol. 1, Tricase (LE), Ed.Youcanprint.it Self-Publishing, 2016.
  5. ^ Il giorno che gli UFO sorvolarono i cieli sopra Fiorentina-Pistoiese, su viaggiatoricheignorano.blogspot.com. URL consultato il 3 aprile 2019.
  6. ^ chaff in Vocabolario - Treccani [collegamento interrotto], su www.treccani.it. URL consultato il 3 aprile 2019.
  7. ^ I ragni sanno usare l’elettricità per volare: il loro ‘potere’ si chiama ballooning, su Scienze fanpage. URL consultato il 3 aprile 2019.
  8. ^ (EN) Daniel Robert e Erica L. Morley, Electric Fields Elicit Ballooning in Spiders, in Current Biology, vol. 28, nº 14, 23 luglio 2018, pp. 2324–2330.e2, DOI:10.1016/j.cub.2018.05.057. URL consultato il 3 aprile 2019.
  9. ^ Centro CICAP. Terzo appuntamento su cerchi nel grano e scie chimiche dal sito di Massimo Polidoro.
  10. ^ Ufo - Avvistamento di massa a Firenze (1954) - YouTube
  11. ^ Richard Padula, The day UFOs hovered over Fiorentina's Stadio Artemio Franchi, in BBC World Service Sport, 4 gennaio 2013.
  12. ^ (EN) Richard Padula, The day UFOs stopped play, in BBC World Service Sport, 24 ottobre 2014. URL consultato il 3 aprile 2019.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • S. Boncompagni et al., UFO in Italia. Vol. II: L'ondata del 1954, in I libri dell'ignoto, Corrado Tedeschi ed., Firenze, 1980.
  • Roberto Giacobbo - Rosamaria Latagliata, UFO - Verità o menzogna?, Giunti, 2006; ISBN 9788809046986.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]