Alleanza Europea dei Movimenti Nazionalisti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alleanza Europea dei Movimenti Nazionalisti
(EN) Alliance of European National Movements
(DE) Allianz der europäischen nationalen Bewegungen
(FR) Alliance des Mouvements Nationaux Européens
(ES) Alianza Europea de Movimientos Nacionales
PresidenteBela Kovacs
SegretarioValerio Cignetti
StatoUnione europea Unione europea
Abbreviazione
  • (EN) AENM
  • (IT) AEMN
Fondazione24 ottobre 2009
IdeologiaNazionalismo[1]
Euroscetticismo
CollocazioneDestra/Estrema destra[1]
Seggi Europarlamento
3 / 751
Sito webwww.aemn.eu

L'Alleanza Europea dei Movimenti Nazionalisti (in inglese Alliance of European National Movements, AENM) è un'alleanza nata a Budapest il 29 ottobre 2009 da alcuni partiti nazionalisti di destra e di estrema destra europei.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 ottobre del 2009 gli ungheresi del Movimento per un'Ungheria Migliore (Jobbik), i francesi del Fronte Nazionale, gli italiani della Fiamma Tricolore, gli svedesi Nazionaldemocratici e i belgi del Fronte Nazionale fondano l'Alleanza Europea dei Movimenti Nazionali; il 12 novembre aderiscono anche gli inglesi del Partito Nazionale Britannico. Alle elezioni europee del 2009 aveva eletto otto europarlamentari: tre del Fronte Nazionale (Marine Le Pen lascia il gruppo nell'ottobre 2011), tre del Movimento per un'Ungheria Migliore e due del Partito Nazionale Britannico.

Aderiscono anche il Partito della Libertà Austriaco, lo spagnolo Movimento Sociale Repubblicano ed il bulgaro Ataka.

Tra le intenzioni dell'Alleanza ci sono la creazione di un partito europeo, programmato per il 2011, e la creazione di un gruppo politico nel parlamento europeo, questo assai improbabile dal momento che i partiti aderenti non hanno abbastanza europarlamentari (25 provenienti da 7 stati differenti) per formare un gruppo.

Alle elezioni del 2014 solo il Movimento per un'Ungheria Migliore rielegge tre europarlamentari.

Ideologia[modifica | modifica wikitesto]

L'Alleanza è per la difesa delle diverse culture nazionali, delle radici cristiane dell'Europa, del diritto naturale, della pace e della libertà; per la creazione di un'Europa di stati liberi, indipendenti ed uguali, una confederazione di stati sovrani; rigetta l'idea di un super stato Europeo centralista; difende i diritti di ogni cittadino, contro ogni tipo di totalitarismo; propone una forte politica a favore delle famiglie tradizionali; propone una lotta comune contro i danni della globalizzazione.

Partiti membri[modifica | modifica wikitesto]

L'alleanza comprende i seguenti partiti:[2]

Partito Stato Europarlamentari
Movimento per un'Ungheria Migliore (Jobbik Magyarországért Mozgalom) Ungheria Ungheria 3
Movimento Sociale - Fiamma Tricolore Italia Italia 0
Movimento Sociale Repubblicano (Movimiento Social Republicano) Spagna Spagna 0
Nazionaldemocratici (Nationaldemokraterna) Svezia Svezia 0
Partito Nazionale Britannico (British National Party) Regno Unito Regno Unito 0
Partito Nazionale Rinnovatore (Partido Nacional Renovador) Portogallo Portogallo 0

Sono ex membri il Fronte Nazionale (Front National) belga, uscitone nel 2012, ed il Fronte Nazionale (Front National) francese, uscitone nel 2013.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Far-right European parties forge alliance, EUbusiness, 25 ottobre 2009. URL consultato il 17 agosto 2013.
  2. ^ (EN) Alliance of European National Movements expands to 9 parties, Partito Nazionale Britannico. URL consultato il 17 agosto 2013 (archiviato dall'url originale il 19 ottobre 2013).
  3. ^ FN : Jean-Marie Le Pen "obéit" à sa fille et quitte le parti pan-européen

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]