Alfred Xuereb

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alfred Xuereb
arcivescovo della Chiesa cattolica
Monr. Alfred Xuereb.png
Template-Archbishop.svg
Ut unum sint
Titolo Amantea
(titolo personale di arcivescovo)
Incarichi attuali
Incarichi ricoperti
Nato 14 ottobre 1958 (59 anni) a Rabat
Ordinato presbitero 26 maggio 1984
Nominato arcivescovo 26 febbraio 2018 da papa Francesco
Consacrato arcivescovo 19 marzo 2018 da papa Francesco

Alfred Xuereb (Rabat, 14 ottobre 1958) è un arcivescovo cattolico maltese, nunzio apostolico in Corea e in Mongolia. È membro dell'Ordine di Malta dal febbraio 2009[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Xuereb ha studiato filosofia e teologia a Malta ed è stato ordinato sacerdote il 26 maggio 1984. Ha poi studiato presso la Pontificia facoltà teologica Teresianum, dove nel 1989 ha conseguito il dottorato con una tesi sul tema Il mistero pasquale nella vita cristiana Biblica, liturgica e prospettive teologico-spirituali alla luce degli insegnamenti del Concilio Vaticano II.

Rientrato in servizio pastorale nel suo paese, è tornato a Roma nel 1991 come segretario del rettore della Pontificia Università Lateranense. Dal 1995 ha lavorato nella Segreteria di Stato della Santa Sede in Vaticano e dal 2000 nella Prefettura della casa pontificia.

Papa Giovanni Paolo II gli ha conferito il titolo di prelato d'onore di Sua Santità il 9 settembre 2003.

Il 12 settembre 2007 papa Benedetto XVI lo ha nominato secondo segretario privato in sostituzione di Mieczysław Mokrzycki.

Papa Francesco, dopo la sua elezione il 13 marzo 2013, lo ha nominato suo segretario particolare[2] e, il 28 novembre dello stesso anno, delegato per la Pontificia commissione referente sull'Istituto per le opere di religione e per la Pontificia commissione referente di studio e di indirizzo sull'organizzazione della struttura economico-amministrativa della Santa Sede[3].

Il 3 marzo 2014 lo stesso papa lo ha nominato prelato segretario generale della Segreteria per l'economia[4].

Parla correntemente inglese, italiano, francese, tedesco e portoghese.

Ministero episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 febbraio 2018 papa Francesco lo ha nominato nunzio apostolico in Corea e in Mongolia, elevandolo contestualmente alla dignità di arcivescovo e assegnandogli la sede titolare di Amantea[5].

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia)
«Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri»
— 5 febbraio 2007[6]
Commendatore dell'Ordine del Cristo (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine del Cristo (Portogallo)
— 11 maggio 2010
Cavaliere del Sovrano Militare Ordine di Malta (SMOM) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere del Sovrano Militare Ordine di Malta (SMOM)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Una cerimonia all'Aventino dà il benvenuto ai nuovi membri (PDF), su orderofmalta.int, aprile 2009. URL consultato il 28 novembre 2013.
  2. ^ Karl Stagno-Navarra, Gozitan Mgr Alfred Xuereb appointed Pope's official secretary, maltatoday.com.mt, 18 marzo 2013. URL consultato il 18 marzo 2013.
  3. ^ Nomina del Delegato per la «Pontificia Commissione referente sull'Istituto per le Opere di Religione» e per la «Pontificia Commissione referente di studio e di indirizzo sull'organizzazione della struttura economico-amministrativa della Santa Sede», press.vatican.va, 28 novembre 2013. URL consultato il 28 novembre 2013.
  4. ^ Nomina del Prelato Segretario Generale della Segreteria per l'Economia, press.vatican.va, 3 marzo 2014. URL consultato il 3 marzo 2014.
  5. ^ Nomina del Nunzio Apostolico in Corea del Sud e in Mongolia, press.vatican.va, 26 febbraio 2018. URL consultato il 26 febbraio 2018.
  6. ^ Xuereb Mons. Alfred, quirinale.it. URL consultato il 28 novembre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN305115003 · ISNI (EN0000 0004 1717 9019 · BAV ADV12525104