Fabián Pedacchio Leaniz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mons. Fabián Pedacchio Leaniz

Fabián Edgardo Marcelo Pedacchio Leániz (Buenos Aires, 12 aprile 1964) è un presbitero argentino, segretario particolare di papa Francesco dal 2014 al 2019.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha studiato economia, pensando di costruirsi una famiglia prima di cambiare idea e studiare in un seminario. È stato ordinato sacerdote il 7 dicembre 1992. È un esperto di diritto canonico. In Argentina, divenne segretario della SADEC, la società argentina per il diritto canonico. Ha anche lavorato presso la corte ecclesiastica argentina.

In Vaticano[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007, la Congregazione dei vescovi argentini ha chiesto all'allora cardinale Jorge Mario Bergoglio se poteva assegnare ad un sacerdote argentino un posto nei suoi ranghi. Il cardinale scelse Pedacchio. In un rapporto del 26 dicembre 2011, un informatore anonimo ha scritto sul portale spagnolo Intereconomia accusandolo di essere "una spia del cardinale Bergoglio a Roma" nei ranghi della Congregazione dei vescovi.[1] Il 18 agosto 2012, papa Benedetto XVI lo ha nominato cappellano di Sua Santità con il titolo di monsignore.[2]

Poco dopo il conclave che elesse Bergoglio come papa, si trasferì nella Domus Sanctae Marthae, l'hotel vaticano dove vive il Papa. Iniziò a collaborare part-time con papa Francesco, mantenendo il posto di sottosegretario presso la Congregazione per i vescovi. Era ufficialmente il secondo segretario, il primo segretario era Alfred Xuereb sebbene i media suggerissero che in realtà era il più vicino aiutante di Francesco.[3] È diventato il primo segretario nel marzo 2014 quando mons. Xuereb fu promosso segretario generale della Segreteria per l'economia. Yoannis Lahzi Gaid è stato quindi nominato come nuovo sottosegretario.

Nel novembre del 2019, il direttore della Sala Stampa della Santa Sede Matteo Bruni conferma che Pedacchio lascerà l'incarico di segretario particolare del papa, per essere sostituito.[4]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Fabian Pedacchio ha affermato di aver frequentato ragazze in gioventù prima dell'entrata in seminario. Fu accusato di avere presumibilmente un profilo nel social web Badoo, notizia poi smentita. È un appassionato tifoso del River Plate e gli piacciono i romanzi di Gabriel García Márquez e i film di Pedro Almodóvar.[senza fonte]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Andrea Gagliarducci, MondayVatican – Pope Francis » Pope Francis, time to make decisions | MondayVatican, su mondayvatican.com. URL consultato il 26 novembre 2019.
  2. ^ Cappellani di Sua Santità (PDF), su vatican.va, Acta Apostolicae Sedis.
  3. ^ Marco Tosatti, Who advises the pope? [collegamento interrotto], su lastampa.it, La Stampa, 18 ottobre 2013.
  4. ^ Mons. Pedacchio, segretario personale del Papa, lascerà l'incarico, su www.vaticannews.va, Vatican Media, 25 novembre 2019. URL consultato il 26 novembre 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Segretario particolare del sommo pontefice Successore Insigne Francisci.svg
Alfred Xuereb 2 marzo 2014 - dicembre 2019 Gonzalo Aemilius