Alessio Cremonini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Alessio Cremonini (Roma, 25 giugno 1973) è un regista e sceneggiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha cominciato lavorando come assistente alla regia nella serie televisiva Amico mio di Paolo Poeti e poi nel cinema come assistente di Ettore Scola nel film La cena e con Ricky Tognazzi.[1]

Nel 1997 scrive e dirige[1] un cortometraggio a quattro mani con Camilla Costanzo in 35 mm da titolo Marta inserito in un film a episodi I corti italiani presentato alla Mostra d'arte cinematografica di Venezia. Fra i registi che dirigono gli episodi ci sono Gillo Pontecorvo, Ettore Scola, Mario Monicelli, Ricky Tognazzi.[1][2]

Nel 2000 scrive il film Voci tratto dall'omonimo romanzo di Dacia Maraini per la regia di Franco Giraldi. La sceneggiatura vince il premio Federico Fellini come migliore sceneggiatura.[1][2] Nello stesso anno scrive anche le puntate per la soap opera Vivere prodotta da Endemol e trasmessa da Canale 5.[1]

Nel 2003 scrive e dirige il tv movie Una famiglia per caso per Rai 1 con Lando Buzzanca e Giovanna Ralli.[1][3]

Nel 2004 con Camilla Costanzo e Saverio Costanzo scrive la sceneggiatura di Private, per la regia di Saverio Costanzo.

Tra il 2004 e il 2006 è docente al MedFilm Festival.[1]

Nel 2006 scrive e dirige il tv movie La notte breve trasmesso da Rai 2 con Giuliana De Sio.[1]

Continua la carriera da insegnante nel 2009 e il 2011 è docente del master per traduttori e adattatori all'università di Bologna. Tra il 2010 e il 2012 è docente di scrittura creativa alla scuola Act Multimedia.[1]

Nel 2013 scrive, dirige e co-produce insieme a Francesco Melzi d'Eril Border, film girato in arabo sulla guerra siriana. Verrà presentato ai festival di Toronto, Roma, Tokyo, Cleveland e Belfast.[1]

Nel 2017 scrive con Lisa Nur Sultan e dirige Sulla mia pelle, film tratto dal soggetto Via Crucis da lui stesso autonomamente elaborato sulla base di documenti e fatti realmente accaduti riguardante la vicenda di Stefano Cucchi e prodotto dalla Cinemaundici e Lucky Red[4]. Il film è stato presentato in anteprima il 29 agosto 2018 nella sezione Orizzonti della 75ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, dove è stato il film d'apertura.[2][5][6]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j Dibertiec.com.
  2. ^ a b c Cinematografo.it.
  3. ^ Filmtv.it.
  4. ^ Sulla mia pelle - Film (2018), su ComingSoon.it. URL consultato il 25 novembre 2018.
  5. ^ Labiennale.org.
  6. ^ Festival di Venezia 2018, Sulla mia pelle: Alessandro Borghi nel corpo martoriato di Stefano Cucchi, su ilfattoquotidiano.it.
  7. ^ Ilreportage.eu.
  8. ^ Ciak d’Oro 2019: tutti i premiati, su ciakmagazine.it. URL consultato il 19/06/19 (archiviato dall'url originale il 12 aprile 2020).
  9. ^ Biennale Cinema 2018 | Premi collaterali della 75. Mostra, in La Biennale di Venezia, 8 settembre 2018. URL consultato il 25 novembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]