A.S.D. Rugby Paese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
A.S.D. Rugby Paese
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Colori 600px Blu e Rosso (Strisce Orizzontali).png Rossoblu
Simboli Canguro
Dati societari
Città Paese
Paese Italia Italia
Sede Via degli Impianti Sportivi 1
Paese (TV)
Federazione Flag of Italy.svg F.I.R.
Campionato Serie A
Fondazione 1956
Presidente Italia Paolo Pavin
Allenatore Italia Mario Pavin
Palmarès
Stadio
Stadio comunale Gianni Visentin
Via degli Impianti Sportivi 1
Paese (TV)
(700 posti)
rugbypaese.eu

L'Associazione Sportiva Dilettantistica Rugby Paese è un club italiano di rugby a 15 di Paese (TV). Attualmente milita nel campionato italiano di Serie A. I colori sociali sono il rosso e il blu e il simbolo della squadra è rappresentato da un canguro in omaggio al fondatore della squadra l'australiano Giuseppe D'Ambrosi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La società nasce nel 1956 quando Giuseppe “Bepi” D'Ambrosi semplice operaio paesano, senza nessun trascorso rugbistico, fondò la società innamorandosi di uno sport che aveva visto, suo malgrado, una domenica pomeriggio a Treviso allo Stadio Tenni dove si era recato per assistere ad una partita di calcio. Assistette ad uno strano incontro, dove per contendersi la palla c'era bisogno di vigore, generosità, dinamismo in uno sport nel quale “Bepi” D'Ambrosi riscontrava similitudini con la propria vita: di giorno operaio in fonderia e alla sera bracciante nell'attività di famiglia. I primi giocatori furono reclutati proprio fra gli amici e i colleghi di “Bepi” D'Ambrosi. Un gruppetto di ragazzi cominciò a ritrovarsi presso il campetto parrocchiale e autofinanziandosi si iscrissero al primo campionato. Si giocò così per tre anni, ma la bella favola sembrava dovesse finire: erano, infatti, anni di crisi per l'economia nazionale e Paese non faceva eccezione. Non si giocò a rugby per due anni.

Nel 1963 Armando Brunetta rifondò la società coadiuvato da un altro pioniere del Rugby Paese, Bruno Colusso. Brunetta fu però chiamato alle armi e dovette lasciare tutto sulle spalle di Bruno che si trovò di colpo, presidente, segretario e giocatore. Ma anche Bruno trovò più tardi nell'amico Gianni “Mel” Vedramin e nel fratello Danilo due preziosi e valenti giocatori e dirigenti.

Il gruppo venuto a conoscenza che a Paese voleva mettere su casa un ex scudettato della gloriosa Faema Treviso, Giampaolo Pavin, andò a chiedergli aiuto. Correva l'anno 1969 e di questa bella realtà che è l'attuale Rugby Paese, Giampaolo Pavin diventò l'artefice più importante. In perfetta sintonia con "Mel" Vendramin e con gli altri dirigenti, per molti anni, portò la tecnica di gioco e l'organizzazione della società ad alti livelli facendo parte fare un salto di qualità a tutto il Rugby Paese.

Nel 1979 storica promozione in Serie B. Sono seguiti poi sette anni di De Nardi come allenatore della prima squadra nella Serie B nazionale. Nel 1984 viene intitolato lo Stadio a Gianni Visentin e nel 1986 la prima promozione nell'allora Serie A2. La crescita della società è proseguita poi sotto la guida tecnica di “Mel” Vendramin con la promozione in Serie A. Gli anni successivi sono stati di costante ascesa e di miglioramenti tecnici soprattutto con tutte le squadre giovanili non dimenticando l'attenzione per le strutture.

Nel 2002 viene fondata la scuola di rugby “Gianni Vendramin”, specializzata nel settore del minirugby. Nel 2006 viene intitolato il campo da gioco sito in via della Costituzione al scomparso giocatore Fabio “Dodo” Nicoletti.

Al termine della stagione 2012/13 la dirigenze decide, nonostante l'ottimo 6º posto raggiunto in classifica del girone 2 di Serie A e probabilmente il miglior campionato del Paese degli ultimi 15 anni, di chiedere alla F.I.R. la retrocessione in Serie B per motivi economici. Richiesta che verrà accettata il mese successivo. Nella stagione 2013/14 il Paese conclude la stagione regolare al secondo posto dietro la corazzata Tarvisium. Ai playoff i canguri mancano la promozione in Serie A a favore del Piacenza.

La promozione arriva l'anno successivo nella stagione 2014/15 quando il Rugby Paese dopo essersi classificato al 2º posto nel girone 3 di Serie B, sconfigge ai playoff promozione il Rugby Parabiago rimontando la sconfitta dell'andata subita in casa con una vittoria in trasferta di 38-15 con la quale si aggiudicò l'approdo in Serie A.

Bacino di riferimento[modifica | modifica wikitesto]

Provincia di Treviso: Comuni di Paese, Istrana, Morgano, Treviso, Castelfranco, Quinto di Treviso, Trevignano e Santa Lucia di Piave.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Rugby Paese

Azzurri di Paese[modifica | modifica wikitesto]

Il Rugby Paese vanta di aver avuto diversi giocatori e giocatrici che, dal proprio vivaio, son giunti a vestire la maglia della nazionale italiana:

Azzurri[modifica | modifica wikitesto]

Azzurre[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rugby Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby