Italo-australiani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Italo-australiani
Italian Australians
Luogo d'origineItalia Italia
Popolazione133.123 cittadini italiani
916.100 oriundi
Linguaitaliano, inglese
Religionecattolicesimo, protestantesimo
Distribuzione
Australia Australia 916.100
Natalie Imbruglia, cantante italo-australiana
Mark Bresciano

Un Italo-australiano è un cittadino australiano di origini italiane.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi italiani immigrati in Australia, dopo la metà del 1800, erano principalmente missionari, musicisti e artisti provenienti dalle regioni del nord e si insediarono soprattutto intorno alla città di Melbourne. Al primo censimento del 1881 risultavano quasi 2.000 cittadini italiani residenti in Australia, concentrati nel Nuovo Galles del Sud e nello Stato di Victoria, la maggior parte di questi erano minatori o taglialegna.

Nel censimento australiano del 1911 si contavano quasi 7.000 cittadini nati in Italia, molti dei quali attratti anche dalla Corsa all'oro vittoriana.

Fu solo dopo il 1920 che il numero di italiani immigrati si fece più consistente, tantoché il censimento del 1921 registrava più di 8.000 residenti di nazionalità italiana e nel periodo compreso tra il 1922 e il 1930 si contarono circa 30.000 nuovi arrivi dall'Italia. L'immigrazione si ridusse notevolmente durante la seconda guerra mondiale, periodo durante il quale, gli italiani d'Australia subirono grosse discriminazioni e molti di loro vennero addirittura internati in campi di detenzione per quelli che erano considerati nemici di guerra, come italiani e tedeschi. In questi campi venivano impiegati soprattutto come contadini o come fattori.

Finita la guerra, l'immigrazione italiana in Australia riprese in modo ancor più massiccio rispetto al passato e, nel periodo che va dal 1949 al 2000, fu il terzo gruppo etnico per numero di immigrati dopo britannici e irlandesi con circa 390.000 persone provenienti da tutte le regioni della penisola, con un notevole apporto dal Veneto, dalla Calabria e dalla Sicilia.[1][2]

Dopo gli anni '80 il numero di immigrati provenienti dall'Italia è calato drasticamente, basti pensare che nel ventennio che va dal 1980 al 2000, coloro che ottennero la cittadinanza australiana non superarono le diecimila unità e, più di recente, nel triennio 2004-2007 sono stati 1.361[3] e tra il 2007-2010 il numero ammonta a 1.689.[4]

No. di arrivi
Luglio 1949 - Giugno 2000[5]
Luglio 1949 - Giugno 1959 Luglio 1959 - Giugno 1970 Luglio 1970 - Giugno 1980 1980 - 2000
Immigrati dall'Italia 390.810 201.428 150.669 28.800 9.913
Totale immigrati 5.640.638 1.253.083 1.445.356 956.769 1.985.430
Percentuale immigrati dall'Italia 6,9% 16,1% 10,4% 3,0% 0,5%
Italiani e italofoni in Australia:
Censimento Popolazione Australia Nati in Italia % Madrelingua italiani (%)
1881 2.250.194 1.880 0,08% (minimo)
1891 3.174.392 3.890 0,12%
1901 3.773.801 5.678 0,15%
1911 4.455.005 6.798 0,15%
1921 5.435.734 8.135 0,14%
1933 6.629.839 26.756 0,40%
1947 7.579.358 33.632 0,44%
1954 8.986.530 119.897 1,33%
1961 10.508.186 228.296 2,17%
1966 11.550.462 267.325 2,31%
1971 12.155.638 289.476 2,38% (massimo)
1976 13.548.448 280.154 2,1%
1981 14.576.330 275.883 1,9%
1986 15.602.156 261.878 1,7% 405.038 (2,6%) (massimo)
1991 16.850.540 254.776 1,51% 409.364 (2,43%)
1996 17.752.829 238.246 1,34% 375.754 (2,12%)
2001 18.769.249 218.718 1,2% 353.605 (1,9%)
2006 19.855.290 199.124 1,0% 316.890 (1,6%)
2011 21.507.717 185.402 0,9% 299.834 (1,4%)
2016 23.401.892 174.042 0,74% 271.597 (1,2%)
Fonti: censimenti 1881,[6] 1891,[6] 1901,[6], 1911,[6] 1921,[6] 1933,[6] 1947,[6] 1954,[7] 1961,[7] 1966,[7][8] 1971,[8] 1976,[9] 1981,[9] 1986,[10] 1991,[11] 1996,[12] 2001,[12] 2006,[13] 2011,[14] 2016[15]

La lingua italiana in Australia si è diffusa notevolmente a partire dal secondo dopoguerra, in virtù della massiccia emigrazione italiana. Già nel 1933, infatti, quella italiana divenne la comunità non anglo-celtica più numerosa d'Australia. Nel 1983 si stimava che 555.300 individui (quasi il 4% della popolazione australiana) parlassero italiano come prima lingua;[16]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Ogni pallino nero rappresenta 100 residenti della città di Sydney nati in Italia.
Ogni pallino nero rappresenta 100 residenti della città di Melbourne nati in Italia.

Secondo il censimento del 2006 risulta che 852.421 persone residenti in Australia hanno ascendenze italiane e rappresentino il quarto gruppo etnico, dopo Inglesi, Irlandesi e Scozzesi.[17]

Nel censimento del 2011 il numero ammonta a circa 916.100 persone, che rappresentano il 4.6% della popolazione totale.[18]

Tuttavia, secondo alcune importanti associazioni culturali italo-australiane, le persone che possiedono una qualche discendenza italiana nella loro famiglia sono stimate intorno ad un milione di persone[19], concentrate principalmente intorno alle grandi aree metropolitane di Sydney e Melbourne.[20]

Circa 200 000 sono nate in Italia e, di queste, 157.000 hanno la cittadinanza australiana. Sempre secondo il censimento del 2006 vi sono 162.000 persone in Australia che parlano l'italiano nell'ambiente domestico, rendendolo la seconda lingua parlata dopo l'inglese (seguito dal cantonese).

La comunità italiana attualmente è perfettamente integrata in quella australiana ed ha raggiunto elevati livelli socio-economici, specialmente nelle aree urbane.

Sempre secondo il censimento del 2006 il 95% degli italiani d'Australia si dichiara di religione Cristiana, di cui quasi l'80% cattolici, il 3.2% anglicani, il 5.6% cristiani di altro tipo.

Principali comunità[modifica | modifica wikitesto]

Popolazione con ascendenza italiana come percentuale della popolazione in Australia divisa geograficamente dalle "aree statistiche locali", secondo il censimento del 2011

Gran parte dei cittadini italiani residenti in Australia si concentrano nelle grandi città come Melbourne (73.799), Sydney (44.562), Adelaide (20.877) e Perth (18.815), tuttavia si può trovare un numero consistente di discendenti italiani anche nella parte settentrionale del Queensland, immigrati in quella regione all'inizio del Novecento attratti da una fiorente e redditizia industria della canna da zucchero.

Anche in Australia, come negli Stati Uniti o in Canada, gli italiani, provenienti spesso dalle stesse regioni o dagli stessi comuni (nella cittadina di Brunswick, ad esempio, c'è una grande comunità d'italiani provenienti dalla provincia di Ragusa), tendono a concentrarsi nello stesso quartiere creando delle Little Italy all'interno delle grandi città australiane. Le seguenti sono le più importanti:

Italo-australiani famosi[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Veneti nel Mondo - le tante lingue dei Veneti d'Australia Archiviato il 18 febbraio 2013 in Internet Archive.
  2. ^ Emigrazione in Calabria Piaghe di Calabria: - Calabria On line - Italy
  3. ^ IMMIGRATION UPDATE 2006-2007
  4. ^ Immigration update 2009-2010
  5. ^ Australian Government Department of Immigration and Border Protection
  6. ^ a b c d e f g Gaetano Rando, “Italians in Australia: Assimilation, Integration, Multiculturalism,” in The Italian Diaspora: Migration Across the Globe, ed. Gorge E. Pozzetta e Bruno Ramirez, Ontario 1992, pag. 63.
  7. ^ a b c Censimento Australia 1966 (pdf)
  8. ^ a b Censimento Australia 1971
  9. ^ a b Censimento 1981 (pdf)
  10. ^ Censimento Australia 1986 (pdf)
  11. ^ Censimento Australia 1991 (pdf)
  12. ^ a b Censimento Australia 2001
  13. ^ Censimento Australia 2006
  14. ^ Censimento Australia 2011
  15. ^ 2016 Census QuickStats Country of Birth - People in Australia who were born in Italy
  16. ^ Lidio Bertelli, Profilo socio- culturale della collettività italiana in Australia, in «Il. Veltro», XXXI (1987), p. 49.
  17. ^ Statistiche sugli italiani in Australia (in inglese)
  18. ^ 2071.0 - Reflecting a Nation: Stories from the 2011 Census, 2012–2013
  19. ^ Cesciani, Gianfranco. The Italians in Australia p. 120
  20. ^ Libro in inglese sugli Italiani in Australia (Google Book)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cesciani, Gianfranco. The Italians in Australia. Cambridge University Press. Cambridge, 2003 ISBN 0-521-53778-9
  • D'Aprano, C From goldrush to federation: Italian pioneers in Victoria 1850-1900, INT Press. Melbourne,1985
  • Pesman, R 1983, 'Australian visitors to Italy in the nineteenth century', in G Cresciani (ed.), The Australians and Italian migration, Franco Angeli, Milano, 1983
  • Robert Pascoe Buongiorno Australia. Our Italian Heritage Greenhouse Publications, Richmond (Victoria), 1987

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]