Wyomia Tyus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wyomia Tyus
Dati biografici
Nome Wyomia Tyus-Simburg
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 172 cm
Peso 61 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Velocità
Record
100 m 11"08 (1968)
200 m 23"08 (1968)
Società TSU Tigers
Ritirata 1968
Carriera
Nazionale
1964-1968 Stati Uniti Stati Uniti
Palmarès
Giochi olimpici 3 1 0
Giochi panamericani 1 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Wyomia Tyus-Simburg (Griffin, 29 agosto 1945) è un'ex atleta statunitense, specializzata nella velocità e vincitrice di tre medaglie d'oro olimpiche.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Wyomia Tyus, proveniente dalla Tennessee State University,[1] partecipa alla sua prima Olimpiade a Tokyo nel 1964, alla giovane età di 19 anni. Durante i quarti di finale eguaglia il record mondiale dei 100 metri piani, appartenente a Wilma Rudolph con 11"2 e si candida tra le favorite alla conquista dell'oro olimpico. In finale si impone con il tempo di 11"4 davanti alla connazionale Edith McGuire,[2] atleta mai battuta dalla Tyus prima di allora.[3] Nella stessa edizione dei Giochi olimpici vince anche una medaglia d'argento con la staffetta 4×100 metri, seconda dietro la squadra polacca.[2]

Negli anni seguenti vince numerosi campionati nazionali nelle prove di velocità, nonché un oro sui 200 metri ai Giochi panamericani svoltisi a Winnipeg nel 1967.

Nel 1968 partecipa alla sua seconda Olimpiade con l'intento di difendere il titolo conquistato quattro anni prima sui 100 m. Nelle batterie dimostra di essere nuovamente la favorita per l'oro, eguagliando il record olimpico. Nella finale fa ancora meglio, conquistando l'oro e stabilendo il nuovo primato mondiale della specialità con 11"0.[2]

Con questa vittoria diventa la prima atleta, sia tra gli uomini che tra le donne, a difendere con successo il titolo olimpico dei 100 metri.[1] Tyus si qualifica anche per la finale dei 200 metri classificandosi sesta. La sua quarta medaglia olimpica, il terzo oro assoluto, arriva nella staffetta 4×100 m dove la Tyus, correndo la frazione finale, porta la squadra statunitense al titolo ed al nuovo record mondiale con 42"8.[2]

Dopo le Olimpiadi del 1968 decide di ritirarsi dalle competizioni.[1] Nel 1980 è stata introdotta nella National Track & Field Hall of Fame[1] e nel 1985 nella U.S. Olympic Hall of Fame.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
1964 Giochi olimpici Giappone Tokyo 100 metri Oro Oro 11"4
4×100 metri Argento Argento 43"9
1967 Giochi panamericani Canada Winnipeg 200 metri Oro Oro 23"78
1968 Giochi olimpici Messico Città del Messico 100 metri Oro Oro 11"0 Record mondiale
200 metri 23"0
4×100 metri Oro Oro 42"8 Record mondiale

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (EN) Wyomia Tyus (b. 1945), The New Georgia Encyclopedia, 3 novembre 2003. URL consultato il 5 febbraio 2010.
  2. ^ a b c d (EN) Wyomia Tyus Bio, Stats, and Results, Sports-reference.com. URL consultato il 5 febbraio 2010.
  3. ^ (EN) Wyomia Tyus, Track and Field, Sports Illustrated. URL consultato il 5 febbraio 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]