Tersicore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Tersicore (disambigua).
Tersicore, Musa della musica e della danza. Olio su tela di Jean-Marc Nattier 1739
Tersicore con un'arpa eolica. Scultura in marmo di John Walsh, 1771.

Tersicore (in greco Τερψιχόρη, Terpsichórē; latino Terpsichŏre). Il nome viene dal greco τερπέω ("mi piace") e χoρός ("danza"). È una delle nove muse della mitologia greca. È la protettrice della danza e della lirica corale. Madre delle sirene e del poeta Lino. Solitamente viene raffigurata con abiti simili a quelli degli aedi e coronata con foglie di alloro sempre intenta a trarre accordi con le dita affusolate nel suo strumento.

Da Tersicore viene la parola "tersicoreo" che significa legato alla danza. È solitamente rappresentata seduta, mentre suona una lira, accompagnando con la sua musica le danzatrici.

A volte ci si riferisce a lei come la madre delle sirene, essendo il padre Acheloo.

La Musa nel mondo odierno[modifica | modifica wikitesto]

A Tersicore furono dedicati numerose opere nel campo dell'arte, alcuni esempi possono essere:

  • Valzer di F. Lanner op. 12 (1827)
  • Les caractères de la danse di J.F. Rebel (1720, Parigi)
  • Busto in marmo di Antonio Canova (1811, Montpellier)
  • Busto in marmo di A. Canova rappresentante Tersicore in lutto (1808-1816 Cleveland)
  • Statua in bronzo di Urania (1575 ca. Vienna)
  • Statua di B. Thorvaldsen (1794 Copenhagen, Amalienborg Pal.)


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Eric M. Moormann, Wilfried Uitterhoeve Miti e personaggi del mondo classico.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Muse dell'Arte
Calliope · Clio · Erato · Euterpe · Melpomene · Polimnia · Talia · Tersicore · Urania
mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca