Saab

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la casa automobilistica, vedi Saab Automobile.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando lo stilista libanese, vedi Elie Saab.
Saab
Logo
Stato Svezia Svezia
Tipo Società per azioni
Borse valori OMXSAAB B
Fondazione 1937 a Trollhättan
Sede principale Stoccolma
Persone chiave Svezia Håkan Buskhe (presidente e AD)
Svezia Marcus Wallenberg (direttore generale)
Settore
Fatturato Green Arrow Up.svg 24,01 miliardi di corone (2012)
Risultato operativo Red Arrow Down.svg 2,03 miliardi di corone (2012)
Utile netto Red Arrow Down.svg 1,54 miliardi di corone (2012)
Dipendenti 13.967 (2012)
Slogan «Muovi la mente»
Sito web www.saabgroup.com

La Saab, acronimo di Svenska Aeroplan AktieBolaget (aeroplani svedesi società per azioni) è un gruppo industriale svedese fondato nel 1937 a Trollhättan. La Saab Automobile era originariamente una divisione del gruppo, ma è stata acquistata dalla General Motors nel 1990.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'azienda è stata fondata nel 1937 a Trollhättan con il nome di Svenska Aeroplan AB (aktiebolag) (SAAB) (ossia "Compagnia Svedese Aeroplani SpA"),[1] in seguito alla fusione tra Svenska Aero e ASJA[2]. Il quartier generale è stato stabilito a Linköping. Nel 1950 sono cambiati i caratteri del nome "SAAB", che è diventato "Saab".[2]

Originariamente specializzata nella produzione di aeroplani, l'azienda ha cercato negli anni '40 di ampliare il suo ramo d'affari. Nel 1949 è entrata in commercio la Saab 92, un'automobile basata sul prototipo UrSaab.

In seguito è iniziata la produzione del DataSaab, un computer progettato per essere montato sugli aerei come sistema di navogazione. Negli anni sono stati prodotti diversi modelli di computer, destinati esclusivamente al mercato europeo. Nel 1975 la divisione è stata acquistata dalla Sperry UNIVAC.

Nel 1965 l'azienda ha cambiato il proprio nome in Saab AB.

Nel 1968 la Saab si è fusa con la Scania-Vabis, azienda produttrice di autocarri, diventando Saab-Scania AB.

Nel 1990 l'azienda è stata acquistata dal fondo di investimenti Investor, che ha riorganizzato l'azienda in modo divisionale. Nello stesso anno Investor ha ceduto il 51% delle quote della divisione automobilistica alla General Motors, un gruppo automobilistico statunitense.

Nel 1995 Saab ha stretto un accordo con la British Aerospace per il commercio internazionale del Gripen. L'accordo con la British Aerospace (diventata nel frattempo BAE Systems) è stato prolungato nel 2001.

Dal 1998 al 2005 l'azionista principale di Saab è stata BAE Systems, che ha acquistato il 35% delle quote dell'azienda da Investor. Nel 2005. Nel gennaio 2005 ha ridotto la sua partecipazione in Saab, con il solo 20% delle quote; Investor ha mantenuto un altro 20% delle quote.

Nel 2005 Saab ha partecipato alla progettazione del Dassault nEUROn.

Nel 2010 l'azienda ha attuato una ristrutturazione interna, passando da quindici divisioni a cinque: aeronautica, dinamica, sistemi elettronici di difesa, sicurezza e soluzioni di difesa e supporto e servizi.

Nel marzo 2010 BAE Systems ha ceduto la metà delle sue quote a Investor, che è tornato ad essere l'azionista principale di Saab. Nel giugno 2011 BAE Systems ha ceduto le sue quote rimanenti, terminando dopo 16 anni la sua collaborazione con Saab.

Attualmente l'azionista principale di Saab è Investor, che ne detiene il 30% delle quote.

Velivoli[modifica | modifica wikitesto]

Civili[modifica | modifica wikitesto]

Velivolo militare Saab 32 Lansen

Militari[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Saab | History and Background: Timeline, Video, Saabusa.com, 1º gennaio 1980. URL consultato l'11 febbraio 2009.
  2. ^ a b Bill Gunston, World Encyclopedia of Aircraft Manufacturers, 2nd Edition, Phoenix Mill, Gloucestershire, England, UK, Sutton Publishing Limited, 2005, p. 164, ISBN 0-7509-3981-8.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]