Rosso sangue (film 1986)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rosso sangue
RossoSangue1986.png
Una scena del film.
Titolo originale Mauvais sang
Paese di produzione Francia
Anno 1986
Durata 116 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere poliziesco
Regia Leos Carax
Produttore Denis Chateau,, Alain Dahan,, Philippe Diaz
Fotografia Jean-Yves Escoffier
Montaggio Nelly Quettier
Interpreti e personaggi
Premi

Rosso sangue è un film del 1986 diretto da Leos Carax.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il passaggio di una cometa, crea effetti strani sul pianeta. Notti calde e mattinate con nevicate improvvise, e soprattutto un virus che miete le sue vittime tra chi "fa l'amore senza amore". La gang de "L'americana" è l'unica in possesso di un antidoto per fermare il flagello. A contrastarla una gang rivale che ha da qualche tempo perduto in un attentato il proprio "uomo migliore". a sostituirlo, il figlio Linguamuta (Denis Lavant) un prestigiatore particolarmente svelto con le mani, da poco uscito di galera e a causa della quale accusa ancora forti dolori al ventre.. Egli accetta, lasciando la sua fidanzata (Julie Delpy), ed entrando in contatto con la banda. Tra i membri della gang, nota Anna (Juliette Binoche) della quale si innamora, non ricambiato, poiché Anna sostiene di poter amare solo uomini più vecchi, è infatti fidanzata di uno dei capi-banda (Michel Piccoli).

Linguamuta riesce a rubare l'antidoto, ma non sfugge alle pallottole della banda dell'Americana che, lo colpiscono al ventre. Rialzatosi da terra inspiegabilmente (i suoi dolori al ventre sono superiori a quello delle pallottole?), consegna l'antidoto alla gang, e viene accompagnato all'aeroporto, dove con un vecchio aeroplano a elica, potrà fuggire dalla Francia... muore però durante il percorso in auto.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema