Repubblica di Serbia (1990-2006)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serbia
Serbia – Bandiera Serbia - Stemma
(dettagli) (dettagli)
Motto: Само слога Србина Спашава

Solo l'Unità Salva i Serbi

Dati amministrativi
Nome completo Repubblica di Serbia
Nome ufficiale Republika Srbija
Република Србија
Lingue ufficiali Serba
Lingue parlate
Capitale Small Coat of Arms Belgrade.svg Belgrado  (1.717.800 ab. / 2002)
Dipendente da Jugoslavia Jugoslavia
(1992-2003)
Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro
(2003-2006)
Politica
Forma di governo
Nascita 1990 con Slobodan Milošević
Causa Referendum costituzionale
Fine 2006 con Boris Tadić
Causa Indipendenza del Montenegro
Territorio e popolazione
Massima estensione 88.361 km² nel
Popolazione 9.506.174 nel 1991
Economia
Valuta dinaro serbo
Serbia - Mappa
Evoluzione storica
Preceduto da bandiera Serbia
Succeduto da Serbia Serbia
Questa voce è parte della serie
Grb Nemanjica mini transparent.png
Storia della Serbia
Serbia antica e dominio romano
Serbia nel Medioevo



Repubblica di Serbia (in serbo-croato: Republika Srbija / Република Србија) è la denominazione che la Serbia ebbe dal 1990 al 2006, in seno alla Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia dal 1990 al 1992 e successivamente nell'ambito della Repubblica Federale di Jugoslavia sino al 2003 quando la denominazione dello Stato federale divenne Unione di Serbia e Montenegro.

Nel 1990 dopo il referendum costituzionale assunse la denominazione di Repubblica di Serbia (Republika Srbija) che mantenne anche dopo il 1992, quando in seguito alle guerre jugoslave lo stato jugoslavo si dissolse ed insieme al Montenegro diede vita ad una nuova federazione che prese il nome di Repubblica Federale di Jugoslavia che a sua volta dal 2003 avrebbe preso il nome di Serbia e Montenegro.

Della Repubblica di Serbia facevano parte anche le provincie autonome della Vojvodina, con capitale Novi Sad e la Provincia Autonoma di Kosovo e Metohija, con capitale Priština, con la zona della Serbia centrale che prese il nome di "Centralna Srbija".

La "Provincia Autonoma di Kosovo e Metohija" dal 1999 in seguito alla Guerra del Kosovo, con la Risoluzione 1244 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite è un Protettorato Internazionale UNMIK.

Nel 2002 il parlamento federale di Belgrado raggiunse un accordo su una ristrutturazione della Federazione e La Jugoslavia cessava così anche nominalmente di esistere, divenendo il 4 febbraio 2003 Unione di Serbia e Montenegro.

Nel 2006 in seguito alla proclamazione d'indipendenza del Montenegro la federazione è stata sciolta e l'eredità della Repubblica di Serbia è stata raccolta dallo stato serbo.