Procreazione assistita

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Con l'espressione procreazione medicalmente assistita ci si riferisce a tutte le metodiche che permettono di aiutare gli individui a procreare, siano esse chirurgiche, ormonali, farmacologiche o di altro tipo.

Termine spesso confuso con questi è fecondazione assistita, che invece riguarda solo la fecondazione dell'ovulo da parte dello spermatozoo.[1]

I risultati della FIVET o ICSI[modifica | modifica sorgente]

Sulla base delle ricerche e degli studi effettuati, statisticamente solo un embrione su tre può raggiungere la data del parto, e per tal motivo si possono impiantare più embrioni in utero al fine di aumentare le possibilità di ottenere almeno una gravidanza. La capacità ricettiva dell'utero umano però è limitata a un solo individuo, e quindi una gravidanza gemellare o multigemellare rappresenta sempre una situazione patologica. Gli embrioni sovrannumerari quindi potrebbero esser criopreservati per ulteriori e successive gravidanze.

La crioconservazione è però consentita per temporanea e documentata causa di forza maggiore, non prevedibile al momento della fecondazione.

Per quanto riguarda i due o tre embrioni impiantati in utero, è comunque possibile, e sempre più riproducibile, il loro co-attecchimento. In tali casi sarebbe possibile effettuare aborti a scopo preventivo, per ridurre la gravidanza multigemellare a gravidanza semplice (riduzione degli embrioni), ma anche questo è vietato dalla legge, se non in casi di pericolo per la donna.

La procreazione assistita nei vari ordinamenti[modifica | modifica sorgente]

Non tutti i singoli ordinamenti giuridici nazionali hanno disciplinato in via legislativa le modalità di esercizio della procreazione assistita. Le nazioni che hanno legiferato hanno compiuto scelte disomogenee creando differenti quadri normativi, per un approfondimento specifico si vedano le voci di seguito riportate.

Italia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Jacques Testart La procréation médicalisée: un exposé pour comprendre, un essai pour réfléchir. Flammarion, 1993 ISBN 2-08-035189-3, pag

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Anna Maria Rossi, Salute delle donne e procreazione medicalmente assistita in Storia delle donne, vol. 2005, n. 1, Firenze, Firenze University Press, pp. 39-59. (Abstract). URL consultato il 21 ottobre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Organizzazione mondiale della sanità[modifica | modifica sorgente]

Le norme italiane[modifica | modifica sorgente]

Le posizioni bioetiche delle diverse religioni a confronto[modifica | modifica sorgente]

La Corte europea dei diritti umani[modifica | modifica sorgente]

Associazioni italiane di infertilità e procreazione assistita[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina