Presbytis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Presbytis
Presbytiscom.jpg
Presbytis sp.
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Mammalia
Sottoclasse Theria
Infraclasse Eutheria
Superordine Euarchontoglires
(clade) Euarchonta
Ordine Primates
Sottordine Haplorrhini
Infraordine Simiiformes
Parvordine Catarrhini
Superfamiglia Cercopithecoidea
Famiglia Cercopithecidae
Sottofamiglia Colobinae
Tribù Presbytini
Genere Presbytis
Eschscholtz, 1821
Specie

Presbytis (Eschscholtz, 1821) è un genere di scimmie del Vecchio Mondo della famiglia dei Cercopitecidi, noti anche con il nome indonesiano di surili.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

I presbiti sono primati piuttosto piccoli e di costituzione esile. Il loro mantello è di colore marrone, grigio o nero sul dorso, e biancastro, o talvolta perfino arancio, sul ventre; in alcune specie sono inoltre presenti ciuffi di pelo sulla testa o sui fianchi. Il nome tedesco con cui vengono indicati questi animali, «langur crestati», deriva infatti proprio dai ciuffi presenti sulla testa, che spesso formano delle vere o proprie creste. Si differenziano dagli altri langur per la forma della testa (soprattutto per la mancanza dei rigonfiamenti sopra gli occhi), per i denti e per le piccole dimensioni dei pollici. I presbiti adulti sono lunghi tra i 40 e i 60 cm (oltre a 50–85 cm di coda) e pesano dai 5 agli 8 kg.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Vivono nella parte meridionale della Penisola Malese, a Sumatra, nel Borneo, a Giava e in alcune isole vicine più piccole. Gli habitat sono foreste, sia primarie che secondarie.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

L'attività è diurna e trascorrono quasi tutta la vita sugli alberi. Vivono soprattutto in gruppi di sei-otto esemplari, costituiti da un maschio, da alcune femmine e dai loro piccoli. Più recentemente sono state osservate coppie monogame (soprattutto nei presbiti delle Mentawai), nonostante queste possano essersi sviluppate in risposta alla diminuzione del loro habitat. I gruppi sono organizzati gerarchicamente e i vari membri comunicano tra di loro sia con richiami vocali che con particolari posture.

La dieta dei presbiti consiste di foglie, frutta e semi.

La gestazione dura tra i cinque e i sei mesi, dopo i quali nasce generalmente un solo piccolo. I neonati sono di colore bianco ed hanno una striscia nera sul dorso, anche se alcuni presentano un segno a forma di croce. Ad un anno di età i piccoli sono svezzati e a quattro-cinque anni sono pienamente maturi. Si stima che vivano intorno ai 20 anni.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Colin Groves, Presbytis in D.E. Wilson e D.M. Reeder (a cura di), Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, pp. 170-172, ISBN 0-8018-8221-4.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi