Philipp Spitta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Julius August Philipp Spitta

Julius August Philipp Spitta (Hilgermissen, 27 dicembre 1841Berlino, 13 aprile 1894) è stato un musicologo e insegnante tedesco.

Figlio di un teologo che scrisse una collezione di inni protestanti, già da bambino imparò a suonare il pianoforte e l'organo.

Si iscrisse ai corsi universitari di teologia e filologia presso la facoltà di Gottinga, raggiungendo la laurea nel 1864 con una dissertazione su Tacito. Durante gli anni universitari scrisse una biografia di Robert Schumann e strinse amicizia con Johannes Brahms.

DIvenne un insegnante di greco e di latino e si interessò alla storia della musica e a quella di Johann Sebastian Bach.

Nel 1873 ottenne il ruolo di insegnante di storia della musica alla Università di Berlino e la direzione della Berlin Hochschule für Musik

Tra i suoi allievi, si annoverano Oskar Fleischer, Max Friedlaender, Carl Krebs, Max Seiffert, Emil Vogel, Peter Wagner, e Johannes Wolf.

Tra i suoi lavori, vi è una mastodontica biografia di Bach e un buon numero di saggi in riviste musicali[1], oltre che alla decifrazione della notazione daseiana contenuta nei trattati musicali di anonimo del IX secolo, Musica enchiriadis e Scolica enchiriadis.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Dizionario di musica", di A.Della Corte e G.M.Gatti, Paravia, 1956, pag.600

Controllo di autorità VIAF: 61594264 LCCN: n83065651