Peter Buck

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Peter Buck
Peter Buck nel 2008
Peter Buck nel 2008
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Alternative rock
Periodo di attività 1980 – in attività
Strumento chitarre, mandolino, dulcimer, basso, tastiere, percussioni, bouzouki, batteria
Gruppo attuale Minus 5

Tuatara (gruppo musicale) The Baseball Project

Gruppi precedenti R.E.M.

Hindu Love Gods

Album pubblicati 22 (con gli R.E.M.)
1 (con gli Hindu Love Gods)
1 (da solista)
Studio 14 (con gli R.E.M.)
1 (con gli Hindu Love Gods)
1 (da solista)
Live 1
Raccolte 8 (con gli R.E.M.)
Sito web

Peter Lawrence Buck (Oakland, 6 dicembre 1956) è un chitarrista statunitense, ex membro dei R.E.M..

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lavorando in un negozio di dischi ad Athens (Georgia), conoscerà Michael Stipe che, assieme a Mike Mills e Bill Berry, lo convincerà a formare una delle rock band più influenti nella storia della musica, i R.E.M.

Da sempre vorace ed instancabile appassionato musicale e grande intenditore di musica moderna è autore di buona parte delle musiche del gruppo. Peter ha collaborato e collabora tuttora con altri gruppi musicali tra i quali i Tuatara, i Minus 5 del qual fanno parte anche due "membri aggiunti" dei R.E.M. (il batterista Bill Rieflin ed il chitarrista Scott McCaughey) e i Tired Pony, "supergruppo" formato da Gary Lightbody (Snow Patrol), Richard Colburn, Iain Archer, Jacknife Lee e Scott McCaughey. Con questi ultimi ha prodotto l'album The Place We Ran From uscito il 12 luglio 2010.

Musicista autodidatta, per sua stessa ammissione "non particolarmente dotato", Buck adotta uno stile chitarristico di base semplice e intuitivo, basato su accordature aperte e riffs arpeggiati, tipicamente folk/country che ricordano, tra gli altri, i Byrds, di Roger McGuinn, di cui Buck è un estimatore.

Responsabile del tipico sound R.E.M. è inoltre la marca della chitarra principale di Buck, una Rickenbacker 360, associata spesso ad un amplificatore valvolare Vox ac30.

Buck inoltre ha suonato diversi strumenti nei R.E.M., tra cui: chitarre elettriche ed acustiche Rickenbacker, Gibson, Fender, Gretsch, Martin a 6 e 12 corde, banjo, mandolino, basso, tastiera (in Let me in, dall'album Monster e in "Lotus", dall'album " Up") e batteria (nell'undicesima canzone senza titolo dell'album Green).

Buck è noto per la sua conoscenza enciclopedica della musica, così come la sua vasta collezione di dischi. Il 12 marzo 1999, in un'intervista a Wiese, uno spettacolo musicale televisivo, ad Oslo, in Norvegia, Buck ha stimato la sua collezione a circa 25.000 pezzi. Alla fine del 1990, stimò avesse circa 10.000 singoli in vinile, 6.000 LP e 4.000 CD.

La rivista Rolling Stone lo ha inserito al numero #94 nella lista Rolling Stone's 100 Greatest Guitarists of All Time, che annovera i migliori chitarristi di tutti i tempi.

Nell'aprile del 2010 è stata stilata dalla BBC 6 una classifica dei migliori chitarristi dal 1980 al 2010 (votata da circa 50000 utenti del sito), dove Peter Buck è entrato nella top 10 al decimo posto.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 84964072 LCCN: n91125816