Paul Douglas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paul Douglas in Lettera a tre mogli (1949)

Paul Douglas Fleischer (Philadelphia, 11 aprile 1907Hollywood, 11 settembre 1959) è stato un attore cinematografico e televisivo statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Paul Douglas fu giocatore professionista di football, poi cronista sportivo radiofonico[1], prima di esordire a Broadway nel 1935. Dopo diversi anni di gavetta, nel 1946 ottenne un trionfale successo personale con il ruolo del rozzo Harry Brock nella commedia brillante Nata ieri di Garson Kanin[1], che gli valse il premio Clarence Derwent Awards.

Arrivò al cinema nel secondo dopoguerra, debuttando nel film Lettera a tre mogli (1949), elegante commedia degli equivoci diretta da Joseph L. Mankiewicz. Con la sua corporatura massiccia e il volto "vissuto"[2], interpretò spesso parti di uomo di mezza età cinico e irruente, sia in commedie che in opere drammatiche. Impersonò il capitano di polizia Tom Warren in Bandiera gialla (1950), di Elia Kazan, accanto a Richard Widmark, l'aggressivo pescatore Jerry nel torbido melodramma La confessione della signora Doyle (1952) di Fritz Lang, accanto a Barbara Stanwyck e Robert Ryan, lo spregiudicato uomo d'affari Josiah Walter Dudley in La sete del potere (1954), e il gangster Rocco, che si redime per amore nella commedia sentimentale Questa notte o mai (1957).

Paul Douglas morì improvvisamente l'11 settembre 1959, per un attacco cardiaco, all'età di 52 anni. Gli era appena stata offerta la parte del fedifrago dirigente d'azienda Jeff Sheldrake (ruolo che andò poi a Fred MacMurray) nella commedia di Billy Wilder L'appartamento (1960)[3]. Venne inoltre sostituito dall'attore Jack Warden per un episodio della serie televisiva Ai confini della realtà, dal titolo The Mighty Casey.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1942 al 1946 Douglas fu sposato con l'attrice Virginia Field, da cui ebbe la figlia Margaret, nata nel 1945. Nel 1950 si risposò con l'attrice Jan Sterling, da cui ebbe un figlio, Adams, nato nel 1955 e morto nel 2003.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Paul Douglas è stato doppiato da:

  • Mario Besesti in Matrimoni a sorpresa, La confessione della signora Doyle
  • Giorgio Capecchi in Il gioco dell'amore
  • Luigi Pavese in Eternamente femmina, La sete del potere, L'angelo del ring, Giacomo il bello
  • Mario Pisu in Fuoco verde
  • Gaetano Verna in Lettera a tre mogli, Quando torna primavera, La città assediata, Sei canaglia ma ti amo, Bandiera gialla, La 14ª ora, Se mia moglie lo sapesse

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Le Garzantine - Cinema, Garzanti, 2002, pag. 319
  2. ^ Il chi è del cinema, De Agostini, vol. I, 1984, pag. 153
  3. ^ Hellmut Karasek, Billy Wilder, un viennese a Hollywood, Arnoldo Mondadori Editore, 1993, pag. 357

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 140185095