Patricia Owens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Patricia Molly Owens

Patricia Molly Owens (Golden, 17 gennaio 1925Lancaster, 31 agosto 2000) è stata un'attrice cinematografica e televisiva canadese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nata in Canada, all'età di otto anni Patricia Owens seguì i genitori che si trasferirono in Inghilterra nel 1933. Il padre Arthur Owens divenne agente del controspionaggio e durante la seconda guerra mondiale lavorò per l'MI5, l'agenzia per la sicurezza del Regno Unito. La carriera cinematografica della Owens prese avvio nel 1943 quando, diciottenne, fu scritturata per comparire nella commedia musicale Miss London Ltd. di Val Guest. L'anno successivo ebbe un piccolo ruolo non accreditato nella satira di costume English Without Tears (1944) di Harold French e nella seconda metà del decennio ebbe parti via via più consistenti, fino al ruolo di Angela Parry nella commedia brillante The Happiest Days of Your Life (1950).

Tuttavia nella prima metà degli anni cinquanta la sua carriera stentava a decollare e le sue apparizioni in film importanti come I cavalieri della tavola rotonda (1953) e L'età della violenza (1954) furono ancora non accreditate. L'occasione propizia giunse mentre l'attrice stava recitando in teatro nella commedia romantica Sabrina Fair, quando venne notata da un agente della Twentieth Century Fox che le procurò un provino. Il test ebbe esito positivo e la Owens partì per Hollywood, dove debuttò nel film L'isola nel sole (1957), un melodramma sull'odio razziale, seguito subito dopo da Un urlo nella notte (1957). Nello stesso anno venne prestata alla Warner Brothers per recitare accanto a Marlon Brando in Sayonara (1957), in cui interpretò Eileen Webster, figlia di un generale dell'esercito americano di stanza in Giappone e ragazza di buona famiglia, il cui fidanzamento con un maggiore dell'aviazione (Brando) entra in crisi quando lui si innamora di una ragazza nipponica.

La carriera dell'attrice giunse all'apice l'anno successivo, prima con il ruolo di Peggy nel western Sfida nella città morta (1958), al fianco di Robert Taylor e Richard Widmark, poi con l'horror fantascientifico L'esperimento del dottor K (1958), in cui interpretò il ruolo di Helene Delambre, la moglie dello scienziato (David Hedison) che tenta un ardito esperimento che lo trasforma in una mosca, personaggio femminile chiave che narra in flashback la maggior parte della tragica e fantasiosa vicenda.

La Owens continuò ad apparire in pellicole drammatiche e d'avventura come All'inferno per l'eternità (1960), 7 donne dall'inferno (1961), storia di un gruppo di donne che fuggono da un campo di concentramento giapponese, e Il leggendario X-15 (1961), mentre intensificava la sua attività sul piccolo schermo con partecipazioni nelle serie Alfred Hitchcock presenta (1959), Gli intoccabili (1963), La legge di Burke (1966) e Perry Mason (1966).

Nella seconda metà degli anni sessanta l'attrice concluse la propria parentesi hollywoodiana, durata poco più di dieci anni, con due ultime apparizioni cinematografiche, la prima nel western Lo sperone nero ((1965) e la seconda in I distruttori (1968), un thriller di spionaggio a basso costo in cui recitò accanto a Richard Egan. L'abbandono della carriera e il definitivo ritiro dalle scene avvennero dopo un'ultima apparizione televisiva in un episodio della serie Lassie (1968).

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Patricia Owens si sposò tre volte, la prima nel 1956 con il produttore cinematografico e sceneggiatore Sy Bartlett, da cui divorziò nel 1958. Dal secondo breve matrimonio (1960-1961) con Jerome Nathanson, ebbe un figlio, Adam. Nel 1969 si risposò in terze nozze con John Austin, da cui divorziò nel 1975.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]