Oktoberfest

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 48°07′53″N 11°32′57″E / 48.131389°N 11.549167°E48.131389; 11.549167

L'interno di un Bierzelt, in cui la birra viene servita nel Maßkrug da un litro.
Statua di Bavaria (personificazione della Baviera) nella Theresienwiese.
(BAVARESE)
« O'zapft is! »
(IT)
« È stappata! »
(Frase di apertura dell'Oktoberfest, pronunciata ogni anno dal sindaco di Monaco)

L'Oktoberfest (lett. Festa d'ottobre, in bavarese spesso d' Wiesn) è un festival popolare che si tiene ogni anno a Monaco di Baviera (München), in Germania, negli ultimi due fine settimana di settembre e il primo di ottobre. È l'evento più famoso ospitato in città, nonché la più grande fiera del mondo, con mediamente 6 milioni di visitatori ogni anno e che hanno raggiunto quasi i sette milioni nel 2011 con un consumo di 7,5 milioni di boccali di birra.[1] Altre città del mondo ospitano feste simili chiamate anch'esse Oktoberfest.

Presso l'area di Theresienwiese, con 42 ettari di estensione, si prepara un grande luna park e si montano gli stand (Festzelte) dove sono servite le sei marche di birra storiche di Monaco di Baviera (Paulaner, Spaten, Hofbräu, Hacker-Pschorr, Augustiner e Löwenbräu) autorizzate a produrre la bevanda per l'occasione. Ognuno dei 14 stand più grandi è in grado di ospitare dalle 5.000 alle 10.000 persone; in ogni stand vi è un palco centrale sul quale si esibiscono gruppi musicali nel tradizionale stile schlager.

La festa inizia con la cerimonia di stappo della botte, trasmessa in diretta televisiva in Eurovisione e con la tradizionale processione.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

L'evento si svolge nell'arco di 16 giorni in un'area chiamata Theresienwiese, o più brevemente d' Wiesn (il prato, in dialetto bavarese), e si conclude la prima domenica di ottobre. In realtà l'Oktoberfest può durare anche 17 o 18 giorni; questo succede quando la prima domenica di ottobre capita l'1 o il 2 del mese. In questo caso la festa si allunga per chiudersi il 3 ottobre, festa della Riunificazione tedesca. Per l'occasione i sei birrifici autorizzati alla vendita del proprio prodotto, riforniscono i Bierzelte (in tedesco: tendoni della birra) della manifestazione con una particolare birra, una märzen, leggermente più scura e forte sia come gusto che come contenuto alcolico. I Bierzelte ospitano da 3.000 a 10.000 persone e richiedono 2 mesi di tempo per essere allestiti.

Tra i momenti più importanti c'è certamente l'apertura, quando il sindaco di Monaco è chiamato a spillare la prima birra. Per farlo deve inserire, a forza di potenti colpi di martello, il rubinetto nella botte inaugurale. Una volta fatto pronuncia la celebre frase O'Zapft is! (in dialetto bavarese, traducibile come "È stappata!") e la festa ha ufficialmente inizio. Il primo boccale[2] lo riempe il sindaco e lo porge al presidente dei ministri.

I visitatori consumano anche grosse quantità di cibo, in gran parte composto da salsicce, Hendl (pollo) e Sauerkraut, oltre a prelibatezze tipiche della Baviera come lo stinco di maiale.

Un'attrazione del luna park dell'Oktoberfest.
Oktoberfest di notte.
Stand della birra Paulaner.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il primo Oktoberfest si tenne a Monaco dal 12 al 17 ottobre del 1810. Si trattò di una corsa di cavalli in occasione del matrimonio del principe Ludovico di Baviera e della principessa Teresa di Sassonia-Hildburghausen. A causa del suo successo, venne ripetuta annualmente, con l'aggiunta successiva di una fiera agricola, danze popolari, musica e un sempre più grande luna park. Complessivamente, in duecento anni di storia, la celebrazione è stata annullata 24 volte: nei periodi delle due guerre mondiali, per epidemie, per la crescente inflazione o altri problemi. Negli anni immediatamente successivi alla fine delle guerre si celebrarono più sobrie Feste d'Autunno, con birra scarsamente alcolica. Le corse di cavalli si tennero per l'ultima volta nel 1960.

Il 26 settembre 1980, una bomba fatta esplodere vicino all'ingresso uccise 13 visitatori e ne ferì altri 200. L'ordigno era stato piazzato dal ventunenne Gundolf Köhler, membro di una organizzazione neonazista, che perse la vita nello scoppio.[3]

Nell'ottobre 2007 il parlamento di Monaco ha varato un provvedimento, attivo a partire dall'Oktoberfest del 2008, che sancisce il divieto di fumo nei capannoni, per tutelare la salute dei visitatori non fumatori, esposti secondo i legislatori a gravi rischi per la loro salute dal fumo passivo. Il disegno di legge è stato contestato dai fumatori e dagli organizzatori dell'Oktoberfest. Alla festa si legava una tradizione del fumo di sigari, pipe e foglie di tabacco arrotolate.

Date dei prossimi appuntamenti[modifica | modifica sorgente]

  • 2014 (181ª edizione): dal 20 settembre al 5 ottobre
  • 2015 (182ª edizione): dal 19 settembre al 4 ottobre
  • 2016 (183ª edizione): dal 17 settembre al 2 ottobre
  • 2017 (184ª edizione): dal 23 settembre al 8 ottobre
  • 2018 (185ª edizione): dal 22 settembre al 7 ottobre
  • 2019 (186ª edizione): dal 21 settembre al 6 ottobre
  • 2020 (187ª edizione): dal 19 settembre al 4 ottobre

L'Oktoberfest nelle altre città[modifica | modifica sorgente]

Dato il successo dell'originale, molte altre città in tutto il mondo organizzano manifestazioni simili che sono state battezzate con lo stesso nome. Anche se universalmente l'Oktoberfest di Monaco è conosciuta come una "festa della birra", sarebbe senz'altro riduttivo pensarla soltanto come tale: essa riesce infatti ad attrarre ogni anno anche migliaia di bambini e famiglie nelle altre installazioni fieristiche. In tal senso la manifestazione bavarese rappresenta un pallone sonda per nuove attrazioni immesse sul mercato: in passato molti prototipi sono stati installati per la prima volta alla "Wiesn". Oltre a Monaco anche a Stoccarda si tiene una festa simile, chiamata Cannstatter Volksfest.

Il più grande "Oktoberfest" al di fuori della Germania si tiene a Kitchener-Waterloo, in Canada, nel periodo del giorno del ringraziamento canadese; le città gemelle hanno una forte componente della popolazione di origine tedesca. Un altro grosso evento si svolge a Cincinnati, nell'Ohio, con oltre 500.000 visitatori nell'edizione 2002 dell'Oktoberfest-Zinzinnati. Una grossa Oktoberfest si svolge nella città brasiliana di Blumenau, come in altre città del Brasile fondate da tedeschi. In Argentina, il piccolo paese di General Belgrano, nella provincia di Córdoba ha un Oktoberfest molto noto, che è il più grande della nazione. Hong Kong celebra un Oktoberfest dal 1991.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Goldener Wiesnherbst: Mehr Besucher, mehr Bier. In: BR online, 3. Oktober 2011, Die Besucherzahl für das Oktoberfest 2011 schätzt die Festleitung auf insgesamt 6,9 Millionen. […] Insgesamt tranken die Gäste 7,5 Millionen Mass Bier.
  2. ^ il masskrug. La parola bavarese mass significa litro, e il Krug è il boccale.
  3. ^ (DE) 30 Jahre nach dem Attentat. URL consultato il 28 settembre 2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]