Nellie Bly

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto di Nellie Bly

Elizabeth Jane Cochran, soprannominata "Pink"[1] (Cochran's Mills, Pennsylvania, 5 maggio 186427 gennaio 1922), è stata una giornalista statunitense.

Una delle prime giornaliste investigative, ha creato il genere del giornalismo sotto copertura. Cochran era meglio conosciuta sotto lo pseudonimo giornalistico di Nellie Bly. Sembra che in seguito abbia cambiato il proprio nome in Cochrane (aggiungendo una 'e' finale).

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Un articolo sessista sul giornale Pittsburgh Dispatch la spinse a scrivere un'accesa risposta all'editore. La qualità della lettera spinse l'editore ad offrire un posto nella redazione del giornale alla Cochran, che era alla disperata ricerca di un posto di lavoro. L'editore diede a Pink anche il suo pseudonimo, Nellie Bly, come il personaggio del titolo di una famosa canzone di Stephen Foster.

Nellie Bly, fine 1880

Bly scrisse numerosi articoli investigativi, prima di venire relegata alla pagine femminili. A quel punto abbandonò il Dispatch e andò New York City, nella speranza di ottenere un posto presso il quotidiano New York World, di Joseph Pulitzer. Pulitzer la assunse, e il suo primo compito fu quello di scrivere un articolo sul Women's Lunatic Asylum presso Blackwell's Island. La Bly si lasciò sottoporre alle terribili condizioni in cui venivano trattate le pazienti nell'ospedale psichiatrico. Questa forma di giornalismo, agire in incognito per avere una storia da raccontare, diverrà il suo marchio di fabbrica.

Nel 1888, venne suggerito che il World dovesse inviare un reporter in un viaggio attorno al mondo, imitando il libro di Jules Verne Il giro del mondo in 80 giorni. Si decise che Nellie Bly sarebbe stata quel reporter, e il 14 novembre 1889 partì da New York per il suo viaggio di 40.000 chilometri.

"Settantadue giorni, sei ore, undici minuti e quattordici secondi dopo la sua partenza da Hoboken" (25 gennaio 1890) Nellie arrivò a New York. All'epoca si trattò di un record per la circumnavigazione della terra, anche se venne migliorato pochi mesi dopo da George Francis Train, che completò il viaggio in sessantadue giorni.

Nel suo viaggio attorno al mondo, non solo visitò Regno Unito, Giappone, Cina, Hong Kong, e altri paesi, ma anche Amiens, il domicilio di Verne, Brindisi, Colombo, e San Francisco. Fu inoltre la prima donna a viaggiare attorno al mondo senza essere accompagnata ovunque da uomini e divenne un modello per le donne di ogni dove.

Nellie Bly sposò nel 1895 il milionario Robert Seaman, e prese un periodo di lontananza dal giornalismo. Si dedicò alla gestione degli affari dopo la morte del marito nel 1904. Ritornò in seguito a scrivere articoli di cronaca, parlando di una convention di suffragette nel 1913 e scrivendo reportage sulla prima guerra mondiale in Europa sul fronte orientale.

All'età di 57 anni, Elizabeth "Pink" morì di polmonite.

C'è un piccolo parco divertimenti a Brooklyn che porta il suo nome e che ha come tema Il giro del mondo in 80 giorni.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il suo soprannome alludeva al vestito rosa acceso con cui è stata battezzata.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 816475 LCCN: n50032234

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie