Marianna di Orange-Nassau

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Principessa Marianna
Principessa Marianna
Principessa Alberto di Prussia
Nome completo Wilhelmina Frederika Louise Charlotte Marianne
Nascita Berlino, 9 maggio 1810
Morte 29 maggio 1883
Padre Guglielmo I
Madre Guglielmina di Prussia
Consorte Principe Alberto di Prussia
Figli Carlotta, Principessa Ereditaria di Sassonia-Meiningen
principe Alberto di Prussia
Principessa Elizabetta
Alessandrina, Duchessa Guglielmo di Meclemburgo-Schwerin
Johannes Wilhelm von Reinhartshausen (illegittimo)

Marianna di Orange-Nassau, il cui nome completo era Guglielmina Federica Luisa Carlotta Marianna (Berlino, 9 maggio 1810Reinhartshausen, 29 maggio 1883), fu un membro della Casa d'Orange-Nassau, per nascita principessa del Regno Unito dei Paesi Bassi e per matrimonio principessa del Regno di Prussia.

Famiglia natale[modifica | modifica sorgente]

Marianna nacque a Berlino; essa era la più giovane tra i figli di re Guglielmo I dei Paesi Bassi e della moglie, Guglielmina di Prussia. La sorella maggiore, Paolina, era morta nel 1806, molto tempo prima della nascita di Marianna, cosicché essa fu l'unica delle figlie femmine della famiglia reale a sopravvivere fino all'età adulta. I fratelli maggiori furono il futuro re Guglielmo II e il principe Federico; altri due fratelli nacquero morti.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Re dei Paesi Bassi
Casa di Orange-Nassau
Royal Coat of Arms of the Netherlands.svg

Guglielmo I (1815 - 1840)
Guglielmo II (1840-1849)
Guglielmo III (1849-1890)
Guglielmina (1890-1948)
Giuliana (1948-1980)
Beatrice (1980-2013)
Guglielmo Alessandro I

Il 14 settembre 1830, a L'Aia, Marianna sposò il principe Alberto di Prussia, suo primo cugino, quarto figlio del re Federico Guglielmo III di Prussia, fratello della regina Guglielmina. L'unione produsse cinque figli:

Nel 1845 essa abbandonò il marito infedele e iniziò a convivere con l'amante Johannes van Rossum, suo precedente cocchiere; il 28 marzo 1849 Marianna e Alberto divorziarono ufficialmente. Sette mesi più tardi, il 30 ottobre, a Cefalù, la Principessa diede alla luce il suo unico figlio avuto da van Rossum, Johannes Wilhelm von Reinhartshausen. Dopo questo fatto le corti dell'Aia e di Berlino ruppero ogni contatto con lei, cosicché essa trascorse il resto della sua vita tra l'Italia ed Erbach.

Nel 1855 Marianna acquistò Schloss Reinhartshausen ad Erbach; donna progressivista e culturalmente visionaria, fece della sua nuova residenza un centro cultura dell'area del Reno. Marianna fece ricostruire parte del castello come un museo per accogliere la sua collezione di circa 600 dipinti; il museo è attualmente conosciuto come Festsäle. Schloss Reinhartshausen era sempre pieno di numerosi ospiti e Marianna incoraggiava numerosi artisti a visitarla, fornendo loro alloggio.

Il giorno di Natale del 1861 il figlio Johannes Wilhelm morì di polmonite a Reinhartshausen all'età di dodici anni; in suo onore, Marianna donò 60 000 fiorini alla comunità di Erbach per acquistare un pezzo di terreno su cui costruire una chiesa. In essa, sotto l'altare, venne sepolto il giovane ragazzino, e l'edificio sacro è l'attuale chiesa protestante di Erbach.

Dodici anni più tardi, il 10 maggio 1873, Johannes van Rossum, compagno di vita di Marianna per circa trent'anni, morì all'età di sessantaquattro anni; venne sepolto accanto al figlio.

La principessa Marianna gli sopravvisse di altri dieci anni e morì a Schloss Reinhartshausen, a Erbach, venti giorni dopo il suo settantatreesimo compleanno; venne anch'essa sepolta accanto al figlio e al compagno.

Il figlio maggiore, il principe Alberto di Prussia, ereditò le sue proprietà, incluso il castello; nel 1940 questo passò al nipote Federico Enrico, figlio di Alberto. Attualmente Schloss Reinhartshausen è un hotel a cinque stelle.[2]

Ascendenza[modifica | modifica sorgente]

Marianna di Orange-Nassau Padre:
Guglielmo I dei Paesi Bassi
Nonno paterno:
Guglielmo V di Orange-Nassau
Bisnonno paterno:
Guglielmo IV di Orange-Nassau
Trisnonno paterno:
Giovanni Guglielmo Friso d'Orange
Trisnonna paterna:
Maria Luisa d'Assia-Kassel
Bisnonna paterna:
Anna di Hannover
Trisnonno paterno:
Giorgio II di Gran Bretagna
Trisnonna paterna:
Carolina di Brandeburgo-Ansbach
Nonna paterna:
Guglielmina di Prussia
Bisnonno paterno:
Augusto Guglielmo di Prussia
Trisnonno paterno:
Federico Guglielmo I di Prussia
Trisnonna paterna:
Sofia Dorotea di Hannover
Bisnonna paterna:
Luisa Amalia di Brunswick-Wolfenbüttel
Trisnonno paterno:
Ferdinando Alberto II di Brunswick-Lüneburg
Trisnonna paterna:
Antonietta Amalia di Brunswick-Wolfenbüttel
Madre:
Guglielmina di Prussia
Nonno materno:
Federico Guglielmo II di Prussia
Bisnonno materno:
Augusto Guglielmo di Prussia
Trisnonno materno:
Federico Guglielmo I di Prussia
Trisnonna materna:
Sofia Dorotea di Hannover
Bisnonna materna:
Luisa Amalia di Brunswick-Wolfenbüttel
Trisnonno materno:
Ferdinando Alberto II di Brunswick-Lüneburg
Trisnonna materna:
Antonietta Amalia di Brunswick-Wolfenbüttel
Nonna materna:
Federica Luisa d'Assia-Darmstadt
Bisnonno materno:
Luigi IX d'Assia-Darmstadt
Trisnonno materno:
Luigi VIII d'Assia-Darmstadt
Trisnonna materna:
Carlotta di Hanau-Lichtenberg
Bisnonna materna:
Carolina del Palatinato-Zweibrücken-Birkenfeld
Trisnonno materno:
Cristiano III del Palatinato-Zweibrücken
Trisnonna materna:
Carolina di Nassau-Saarbrücken

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ I213662: Laura Zottinis
  2. ^ Kempinski Hotels - A Collection of Individuals

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 67272293