Luisa Ippolita di Monaco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luisa Ippolita di Monaco
Louise Hippolyte Grimaldi.jpg
Principessa di Monaco
Stemma
In carica 26 febbraio - 29 dicembre 1731
Predecessore Antonio I di Monaco
Successore Giacomo I di Monaco
Nome completo Louise-Hippolyte Grimaldi
Nascita Monaco, 10 novembre 1697
Morte Monaco, 29 dicembre 1731
Sepoltura Cattedrale dell'Immacolata Concezione (Monaco)
Casa reale Grimaldi
Dinastia Grimaldi
Padre Antonio I di Monaco
Madre Maria di Lorena-Armagnac
Coniuge Jacques François Léonor Goyon de Matignon
Figli Onorato III di Monaco
Onorato IV di Monaco

Luisa Ippolita di Monaco (Monaco, 10 novembre 1697Monaco, 29 dicembre 1731) fu principessa sovrana di Monaco, nel 1731, per dieci mesi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il Palazzo dei Principi a Monaco
nei primi del Novecento
Cripta dei Principi,
nel Duomo di Monaco
(vi sono tumulati Luisa Ippolita e consorte)

Luisa Ippolita era la maggiore delle figlie sopravvissute del principe Antonio I di Monaco e di sua moglie, Maria di Lorena-Armagnac.

Dal momento che non aveva fratelli, Luisa Ippolita divenne erede al trono di Monaco. Suo padre decise, con il permesso di Luigi XIV, che il suo futuro marito avrebbe dovuto assumere il cognome Grimaldi e che avrebbe dovuto governare con lei sul principato di Monaco.[1]

Il 20 ottobre 1715, all'età di 18 anni, sposò Jacques François Goyon de Matignon, da cui ebbe otto figli. Il matrimonio, ad ogni modo, non fu felice: il marito preferiva ad ogni modo soggiornare a Versailles che a Monaco, dove per altro aveva molte amanti.

Dopo la morte del padre, Luisa Ippolita viaggiò da Parigi a Monaco e il 4 aprile 1731 ricevette un omaggio entusiastico da parte della popolazione del piccolo Stato. Quando Giacomo I accederà al trono poco tempo dopo, l'accoglienza sarà molto più fredda.[2]

Alla fine dell'anno 1731, Luisa Ippolita morì di vaiolo. Suo marito, negletto agli affari di stato, lasciò il paese nel maggio del 1732. Egli abdicò in favore del figlio Onorato l'anno successivo.

Luisa Ippolita fu l'unica principessa regnante di Monaco in quanto l'ava Claudina, del cui ramo fu l'ultima esponente, era solo signora.

La principessa e il marito inaugureranno la linea Grimaldi Goyon de Matignon che proseguì fino a Carlotta Grimaldi, madre del principe Ranieri III.[3]

Morta a soli 34 anni la principessa fu sepolta nella cripta della Cattedrale dell'Immacolata Concezione (Monaco), insieme ad altri sovrani monegaschi.

Carta del Principato di Monaco
(metà Ottocento)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ de Bernardy. p.30
  2. ^ Mourou, p. 89
  3. ^ Mourou, p. 91

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • P. Lingua, I Grimaldi di Monaco, Novara 1985.
  • M.Y. Mourou, Princesses de Monaco, Monaco 2010.
  • F. de Bernardy, Princes of Monaco: the remarkable history of the Grimaldi family, ed. Barker, 1961.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma del Principato di Monaco
La famiglia della principessa Luisa Ippolita e di Giacomo I
Predecessore Principessa di Monaco Successore Coat of arms of Monaco.svg
Antonio I 26 febbraio-29 dicembre 1731 Giacomo I
Predecessore Erede al trono di Monaco Successore Coat of arms of Monaco.svg
Antonio, principe di Monaco Principe ereditario
1701-1731
Onorato, principe di Monaco
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie