Lingue micronesiane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lingue micronesiane
Parlato in Micronesia
Filogenesi Lingue austronesiane
 Lingue maleo-polinesiache
  Lingue oceaniche

Le lingue micronesiane sono un ramo delle lingue oceaniche.

Distribuzione geografica[modifica | modifica wikitesto]

Il sottogruppo delle lingue micronesiane include parecchi dei linguaggi vernacolari parlati nella zona geografica conosciuta col nome di Micronesia (inclusi gli stati che la formano: le isole Kiribati, le isole Marshall, le isole Marianne), ad eccezione del paluano, del chamorro e di alcune lingue polinesiane, che appartengono ad altri gruppi della famiglia austronesiana. Il nauruano è riconosciuto come facente parte del sottogruppo anche se vi sono ancora discussioni in relazione ai suoi legami col proto-micronesiano. Anche la classificazione esatta della lingua kosrae è ancora dibattuta.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Gli specialisti concordano nell'inserire il gruppo micronesiano in seno al più vasto gruppo oceanico, sulla base d'innovazioni condivise[1]. Il gruppo venne scisso in seguito in una branca nauruana (col solo nauruano), e le restanti 19 lingue (ramo detto micronesiano nucleare o micronesiano propriamente detto, in inglese Nuclear Micronesian o Micronesian Proper); per quest'ultimo gruppo, si è potuto definire una protolingua: il proto-micronesiano[2]. À sua volta, il micronesiano nucleare si scinde in molti sottorami[3].

Lista delle lingue[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo delle lingue micronesiane è formato da venti lingue strettamente apparentate: le diciannove lingue micronesiane propriamente dette ed il nauruano. Malgrado il nome dato al gruppo, esso non comprende tutte le lingue vernacolari della Micronesia.

Le venti lingue appartenenti a questo gruppo sono le seguenti[4]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cf. Jackson (1986); Lynch, Ross & Crowley (2002: 117).
  2. ^ Cf. Bender et al. (2003).
  3. ^ Vedere l'albero genealogico in Jackson (1986: 214).
  4. ^ (EN) Classificazione delle lingue micronesiane, su Ethnologue.
  5. ^ (EN) Nauruan su Ethnologue.
  6. ^ (EN) Kosraean su Ethnologue.
  7. ^ (EN) Mokilese su Ethnologue.
  8. ^ (EN) Pingelapese su Ethnologue.
  9. ^ (EN) Pohnpeian su Ethnologue.
  10. ^ (EN) Chuukese su Ethnologue.
  11. ^ (EN) Mortlockese su Ethnologue.
  12. ^ (EN) Namonuito su Ethnologue.
  13. ^ (EN) Pááfang') su Ethnologue.
  14. ^ (EN) Puluwatese su Ethnologue.
  15. ^ (EN) Satawalese su Ethnologue.
  16. ^ (EN) Ulithian su Ethnologue.
  17. ^ (EN) 'Woleaian su Ethnologue.
  18. ^ (EN) Carolinian su Ethnologue.
  19. ^ (EN) Tanapag su Ethnologue.
  20. ^ (EN) Sonsorol su Ethnologue.
  21. ^ (EN) Tobian su Ethnologue.
  22. ^ (EN) Mapia su Ethnologue.
  23. ^ (EN) Kiribati su Ethnologue.
  24. ^ (EN) Marshallese su Ethnologue.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Bender, Byron; Ward H. Goodenough; Frederick H. Jackson; Jeffrey C. Marck; Kenneth L. Rehg; Ho-Min Sohn; Stephen Trussel; Judith W. Wang. 2003. « Proto-Micronesian reconstructions ».Oceanic Linguistics 42:1–110, 271–370, 2003.
  • Jackson, Frederick. 1986. « On determining the external relationships of the Micronesian languages » in P. Geraghty, L. Carrington & S. Wurm (eds), Focal II: Papers from the Fourth International Conference on Austronesian Linguistics. Pacific Linguistics, C-94. Canberra: Australian National University. pp. 201–238.
  • Lynch, John; Malcolm Ross & Terry Crowley. 2002. The Oceanic languages. Richmond, Surrey: Curzon Press.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]