L'ultima gioia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'ultima gioia
Titolo originale Four Sons
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1928
Durata 100 min
Colore bianco e nero
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere drammatico
Regia John Ford
Soggetto I.A.R. Wylie
Sceneggiatura Philip Klein, Herman Bing
Produttore John Ford
Casa di produzione Fox Film Corporation
Fotografia Charles G. Clarke, George Schneiderman
Montaggio Margaret Clancey
Musiche Carli Elinor, Erno Rapee
Costumi Kathleen Kay
Interpreti e personaggi
Premi

L'ultima gioia (Four Sons) è un film muto del 1928 diretto da John Ford.

È un film drammatico statunitense con James Hall, Margaret Mann e Charles Morton. È basato sul racconto Grandmother Bernle Learns Her Letters di I. A. R. Wylie pubblicato la prima volta sul Saturday Evening Post nel 1926. Il film è noto anche per la presenza di un giovane John Wayne in un ruolo non accreditato in qualità di ufficiale.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film, diretto da John Ford su una sceneggiatura di Philip Klein e Herman Bing con il soggetto di I.A.R. Wylie,[1] fu prodotto dallo stesso Ford (non accreditato) per la Fox Film Corporation.[2]

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il film fu distribuito con il titolo Four Sons negli Stati Uniti dal 13 febbraio 1928[3] al cinema dalla Fox Film Corporation e per l'home video dalla 20th Century Fox Home Entertainment nel 2007.[2]

Alcune delle uscite internazionali sono state:[3]

  • in Danimarca il 12 ottobre 1928 (Fire Sønner)
  • in Francia il 7 dicembre 1928 (Les quatre fils)
  • in Portogallo il 17 luglio 1929
  • in Finlandia nel 1930 (Neljä poikaa)
  • in Portogallo il 3 maggio 1965 (Os Quatro Filhos)
  • in Germania nel febbraio del 2003 (Berlin International Film Festival)
  • in Argentina (Cuatro hijos)
  • in Spagna (Cuatro hijos)
  • in Brasile (Quatro Filhos, versione sottotitolata)
  • in Italia (L'ultima gioia)

Critica[modifica | modifica sorgente]

Secondo il Morandini il film è "stilisticamente influenzato da Murnau" e risulta "fordiano nella mescolanza dei toni come si vede per esempio nei personaggi minori tedeschi".[4]

Remake[modifica | modifica sorgente]

Nel 1940) ne è stato prodotto un remake, Four Sons, ambientato durante la seconda guerra mondiale in Cecoslovacchia.[5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ L'ultima gioia - IMDb - Cast e crediti completi. URL consultato il 13 gennaio 2013.
  2. ^ a b L'ultima gioia - IMDb - Crediti per le compagnie. URL consultato il 13 gennaio 2013.
  3. ^ a b L'ultima gioia - IMDb - Date di uscita. URL consultato il 13 gennaio 2013.
  4. ^ L'ultima gioia - MYmovies. URL consultato il 13 gennaio 2013.
  5. ^ (EN) L'ultima gioia - IMDb - Collegamenti ad altri film. URL consultato il 13 gennaio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema