Sfida infernale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sfida infernale
Sfidainfernale gip.jpg
Henry Fonda/Wyatt Earp, lo sceriffo di Tombstone in una scena del film.
Titolo originale My Darling Clementine
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1946
Durata 97 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere western
Regia John Ford
Soggetto Sam Hellman, basato sul libro Wyatt Earp, Frontier Marshal di Stuart N. Lake
Sceneggiatura Samuel G. Engel, Winston Miller
Produttore Samuel G. Engel
Fotografia Joseph McDonald
Montaggio Dorothy Spencer
Musiche Cyril J. Mockridge
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Sfida infernale (My Darling Clementine) è un film western del 1946 diretto da John Ford.

Il film prende spunto dal famoso episodio della Sfida all'O.K. Corral e dai personaggi realmente esistiti di Wyatt Earp e Doc Holliday.

Darryl F. Zanuck, magnate e produttore della Fox, risulta accreditato nel film come presenter. In effetti, a pochi mesi dall'uscita nelle sale del film, egli ne curò il montaggio in una versione cosiddetta "pre-relase", ovvero tagliata di alcune scene (altre vennero rigirate con altri registi) e rimontata.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Siamo nel 1881, Wyatt Earp, che in passato si è fatto un nome come sceriffo di Dodge City, e i fratelli Morgan, Virgil e James sono di passaggio in Arizona, diretti in California con la loro mandria di bovini. Una sera si accampano presso la cittadina di Tombstone, ma l'assassinio di James e il furto dell'intera mandria da parte della banda del vecchio Clanton e dei suoi quattro figli, spinge Wyatt ad accettare l'offerta del sindaco per la carica di sceriffo. Dopo l'uccisione anche del fratello Virgil, riuscirà a portare a compimento la sua vendetta nella celebre sfida all'O.K. Corral, aiutato da Morgan e dal medico Doc Holliday, personaggio dominante nella cittadina, alcolizzato e affetto da tubercolosi, che morirà nella sparatoria.

Il film non è solo un western d'azione, ma, come fa capire il titolo originale My Darling Clementine (dalla omonima canzone, motivo conduttore del film), racconta anche il sentimento che nasce tra Wyatt Earp e la maestrina Clementine Carter, giunta in paese perché innamorata di Doc Holliday, il quale, sapendosi malato, e ormai estraneo al mondo dell'"est civilizzato" che la ragazza rappresenta, la respinge, finendo con l'accettare la compagnia di Chihuahua, spregiudicata "donna del saloon". In sottofondo vi è poi il tema, ricorrente nella produzione di Ford, della "nazione americana" che pone le proprie basi nell'ovest, rappresentato dall'episodio della fondazione della chiesa e dalla decisione finale della maestrina di stabilirsi definitivamente nel villaggio. Altro spunto tipico di Ford è la figura del pittoresco attore di teatro Granville Thorndyke, che batte le piazze del selvaggio west portandovi un barlume di cultura.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Nel 1946 il National Board of Review of Motion Pictures l'ha inserito nella lista dei migliori dieci film dell'anno.

Nel 1991 è stato scelto per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.[1]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

La scena in cui il vecchio capobanda, dopo aver invocato i figli morti, finge di andarsene, per poi tentare di estrarre la pistola prima di essere freddato, è stata ripresa pressoché identica dallo stesso Ford ne La carovana dei mormoni, del 1950.

La scena in cui Henri Fonda, seduto sulla veranda del saloon, ingiunge a un giocatore d'azzardo professionista, appena arrivato con la diligenza, di ripartire rapidamente dal paese (vedi fotogramma a lato), è stata ripresa da Ford, con protagonista James Stewart, in Cavalcarono insieme, del 1961.

Differenze con la verità storica[modifica | modifica sorgente]

  • Non risulta che gli Earp abbiano mai fatto i mandriani, ma si stabilirono invece a Tombstone in quanto centro minerario in pieno sviluppo
  • James e Virgil Earp non vennero uccisi, ma il secondo partecipò alla sfida uscendone ferito, come il fratello Morgan
  • Doc Holliday non morì nella sparatoria, ma rimase anch'egli ferito
  • La carica di sceriffo di Tombstone era detenuta in realtà da Virgil Earp, mentre Wyatt fu per un certo tempo sceriffo della contea
  • Clanton padre non risulta fra i partecipanti alla sfida
  • I membri della famiglia Clanton presenti alla sparatoria furono i due fratelli Ike e Billy, facenti parte di un gruppo di cinque membri della famosa banda Cowboys
  • Dei due fratelli Clanton fu solo Billy a partecipare e rimanere ucciso, mentre Ike, disarmato, riuscì a fuggire
  • Doc Holliday non era un medico, ma un "dentista", allora qualifica nettamente distinta

Manifesti e locandine[modifica | modifica sorgente]

La realizzazione dei manifesti negli USA fu affidata al pittore italiano Sergio Gargiulo.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) National Film Registry, National Film Preservation Board. URL consultato il 4 gennaio 2012.
  2. ^ US poster for My Darling Clementine

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema