Kenneth I di Scozia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kenneth I di Scozia
Kenneth I di Scozia
Kenneth I di Scozia
Re di Scozia
In carica 841 fino all'843 –
858 o 859
Successore Donald I di Scozia
Nascita Iona, 810
Morte 13 febbraio 858
Luogo di sepoltura Iona
Casa reale Casato degli Alpin
Padre Alpín mac Echdach
Figli fra gli altri
Costantino I di Scozia
Aedh di Scozia
Máel Muire ingen Cináeda
Religione cattolica

Cináed Mac Ailpín, o in inglese Kenneth MacAlpin (Iona, 810Cinnbelachoir, 13 febbraio 858), fu Re dei Pitti e, secondo la tradizione nazionale scozzese, il primo re di Scozia. Fu il capostipite della dinastia che regnò sulla Scozia per parte del medioevo.

Le origini[modifica | modifica sorgente]

Il Cináed delle cronache leggendarie, il conquistatore dei Pitti e il fondatore del Regno di Alba nacque secoli dopo la morte del Cináed storico. Sotto il regno di Cináed mac Máil Coluim, epoca in cui fu redatta la cronaca delle Cronache dei re di Alba, è scritto:

Così Kinadius figlio di Alpinus, primo sovrano degli Scotti, governò prosperamente sulla Pittavia per sedici anni. Questa terra prende il suo nome dai Pitti, che, come abbiamo narrato, furono vinti da Kinadius. Due anni prima che egli giungess in questa regione Kinadius aveva ottenuto il regno di Dál Riata.

Quando lo studioso umanista George Buchanan scrisse la sua Rerum Scoticarum Historia intorno al 1570 si aggiunsero alla figura di questo sovrano un gran numero di elementi sensazionalistici. Fu Buchanan a citare la storia dell'omicidio del padre di Cináed da parte dei Pitti, così come di un lungo e non comprovabile resoconto della vendetta di Cináed e della sua conquista dei Pitti.

Fu solo nel tardo XIX secolo che la storia primordiale scozzese ricevette un primo ordinamento ed una maggiore accuratezza da parte di storici del calibro di William Forbes Skene, mentre studiosi di cultura celtica come Whitley Stokes e Kuno Meyer iniziarono a considerare con un certo occhio critico le fonti di origine irlandese e scozzese. Il risultato di questa nuova metodologia fu quello di ripulire la storia di questo sovrano da tutte quelle incrostazioni di leggenda e di sovrapposizioni successive che erano sopravvissute nella cultura popolare scozzese. In questo modo la conquista diretta dei Pitti venne sostituita dall'ipotesi, molto più credibile, di una successione per parte di madre dello stesso regno. Questa successione ereditaria, citata anche da Beda il Venerabile, darebbe una maggiore coerenza alla lista dei re dei Pitti così come è presente nelle antiche cronache dei Pitti, e farebbe supporre che Cináed fosse di origine gaelica ed un sovrano del regno di Dál Riata che avrebbe in seguito ereditato il regno di Pittavia dalla madre originaria di quelle terre. Questa ipotesi è avvalorata anche dal fatto che esistono altri sovrani di origine gaelica nelle cronache dei Pitti, come Caustantín o Óengus, che erano angli.

In ogni caso le reali origini di questo sovrano sono del tutto sconosciute, così come il suo legame con i suoi predecessori del regno di Dál Riata e dei Pitti. Nel manoscritto irlandese Rawlinson B.502, databile al 1130, Cináed viene citato come figlio e discendente del sovrano scozzese Máel Coluim mac Cináeda. Il manoscritto riferisce la seguente geneaologia di questo sovrano:

Cináed mac Ailpín figlio di Eochaid figlio di Áed Find figlio di Domangart figlio di Domnall Brecc figlio di Eochaid Buide figlio di Áedán figlio di Gabrán figlio di Domangart figlio di Fergus Mór.

Tralasciando l'oscura genealogia dei sovrani precedenti a Áedán figlio di Gabrán, questa linea di sangue è del tutto incoerente in quanto Áed Find, che morì nel 778, non poteva per questo essere figlio di Domangart, morto assassinato intorno al 673.

Il regno[modifica | modifica sorgente]

Paragonate alla sua origine, le questioni relative alla storia del suo regno sono molto più semplici da esporre. La sua ascesa al trono può essere inserita all'interno della caduta della precedente dinastia, che aveva regnato sul regno di Fortriu per almeno quattro generazioni. La fine di questa dinastia fu causata dalla morte del sovrano Óengus di Fortriu, e di suo fratello Bran nella loro lotta contro gli invasori vichinghi intorno all'839. Alla scomparsa prematura e concomitante di tutti gli eredi legittimi al regno iniziò una lotta per la supremazia tra diversi pretendenti tra i quali lo stesso Cináed. Anche se come anno di inizio del suo regno è indicato l'843, fu solo nell'848 che Cináed sconfisse l'ultimo dei suoi rivali per l'ascesa al trono.

Nell'849, Cináed fu in possesso di reliquie di San Columba, tra le quali potrebbe esservi stato il Reliquiario di Monymusk, che vennero poi trasferite da Iona a Dunkeld. Le Cronache dei Re di Alba affermano che Cináed abbia invaso la Sassonia, cioè la terra dei Sassoni(gli Inglesi) per ben sei volte conquistando Melrose e saccheggiando Dunbar, mentre dal canto loro i vichinghi invasero la Pittavia giungendo fino all'interno del regno.

Cináed morì nel palazzo di Cinnbelachoir forse vicino Scone nel febbraio dell'858 e gli succedette il fratello Donald.


Predecessore:
Drust
Re dei Pitti
843/8-858
Successore:
Donald I
Predecessore:
-
Re della Scozia
843/8-858


Controllo di autorità VIAF: 25403330