Dunkeld

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dunkeld
città
Dunkell
Piazza del Mercato
Piazza del Mercato
Localizzazione
Stato Regno Unito Regno Unito
   Scozia Scozia
Area amministrativa Perth e Kinross
Territorio
Coordinate 56°33′51.63″N 3°35′05.59″W / 56.564341°N 3.584886°W56.564341; -3.584886 (Dunkeld)Coordinate: 56°33′51.63″N 3°35′05.59″W / 56.564341°N 3.584886°W56.564341; -3.584886 (Dunkeld)
Abitanti 1 170 (2004)
Altre informazioni
Fuso orario UTC+0
Cartografia
Mappa di localizzazione: Regno Unito
Dunkeld

Dunkeld (in scozzese Dunkell [1], in lingua gaelica scozzese Dùn Chailleann) è una piccola cittadina in Scozia, a pochi chilometri da Perth. Dunkeld attribuisce la propria fondazione ad un personaggio mitico, Caustantin di Fergus, antico re dei Pitti.

Storia antica[modifica | modifica sorgente]

Il nome in gaelico scozzese, Dùn Chailleann, significha Forte dei Caledoni. Con la parola 'Forte' si vuole intendere presumibilmente il 'Blair Castle', che fu la casa e la fortezza dei Conti e dei Duchi di Atholl per oltre 725 anni.

I Caledoni erano a loro volta un gruppo di tribù appartenente alla popolazione dei pitti, una popolazione preceltica dell'Età del ferro a cui si attribuisce il mitico fondatore della città. In realtà questa fondazione potrebbe attribuirsi a motivi religiosi. Nel Museo della Cattedrale, tra i vari manufatti risalenti agli anni della fondazione della città, è possibile vedere una campana celtica fatta a mano nel bronzo.

La maggior parte della storia di Dunkeld è scritta nel monastero e nella cattedrale della città. Il monastero fu saccheggiato dai vichinghi danesi che avevano risalito il fiume Tay nel 903. Nonostante questa vicenda, il monastero ha continuato a prosperare sino all'XI secolo, quando l'abate Crinan di Dunkeld è diventato il progenitore dei Re di Scozia sposando una delle figlie di Mael Coluim Mac Cinàeda.

Medioevo[modifica | modifica sorgente]

Dunkeld riacquistò importanza con Alessandro I, re di Scozia dal 1107 al 1124. Tra il 1183 e il 1189 la diocesi di Argyll fu separata da quella di Dunkeld che, originalmente, si estendeva fino a toccare la costa occidentale della Scozia.

Nei 300 anni che seguirono, la diocesi di Dunkeld arrivò a comprendere oltre sessanta chiese parrocchiali. La cattedrale della città venne però spogliata di tutti i suoi beni più preziosi nella seconda metà del XVI secolo. La navata e il portico sono rimasti senza copertura sin dal XVII secolo e tutt'oggi una parte della cattedrale è avvinta dalla vegetazione.

La Battaglia di Dunkeld[modifica | modifica sorgente]

La maggior parte della città originale fu distrutta durante la Battaglia di Dunkeld nell'agosto 1689. La battaglia fu combattuta tra il clan dei giacobiti che sostenevano il re Giacomo VII di Scozia e l'esercito di Guglielmo d'Orange. Sulle pareti della cattedrale sono ancora visibili i segni dei proiettili dei moschetti.

La cattedrale e la storia religiosa[modifica | modifica sorgente]

Dunkeld può annoverare nella sua storia molti eventi di alto valore in campo religioso. Ai tempi di Kenneth I di Scozia le spoglie di Columba di Iona furono divise tra Dunkeld e Kells. La chiesa primitiva di Dunkeld fu, per un certo tempo, il luogo principale dell'attività ecclesiastica dell'est della Scozia.

La natura ecclesiastica della fondazione viene resa evidente dalla presenza della cattedrale che possiede alto valore storico e spirituale.

La cattedrale si trova sulla riva nord del fiume Tay, ad ovest rispetto al centro di Dunkeld. Data la sua posizione si deve accedere a piedi all'area. Nel 730 i monaci missionari celtici costruirono in tal luogo il primo monastero rendendo sacro quel sito sino ai giorni nostri. Anche la costruzione della cattedrale è particolare. La chiesa è un edificio con due parti a sé stanti di cui la parte orientale è una chiesa parrocchiale mentre la parte occidentale comprende il campanile e la sala capitolare. Ad eccezione di questi, la parte ad ovest della chiesa è in rovina.[2]

Il Museo della Cattedrale si trova nella ex sala capitolare e sacrestia, sul lato nord del coro. Dopo la Riforma scozzese, questa camera è stata usata come un corridoio di sepoltura da parte dei conti, marchesi e duchi di Atholl, contenendo un certo numero di monumenti elaboratitra il XVII e il XIX secolo. All'interno del Museo sono conservate anche due lastre paleocristiane incrociate e una lastra raffigurante la storia di Dunkeld e della cattedrale. Nel giugno 2005, ci fu un furto importante dal Museo della Cattedrale. Tra gli oggetti rubati ci fu una campana bronzea con un manico di legno che è stata utilizzata nella cattedrale sin dal XVII secolo.

Struttura della città[modifica | modifica sorgente]

La strada principale di Dunkeld

In seguito alla Battaglia di Dunkeld la città è stata ricostruita completamente ed è attualmente una delle città del XVIII secolo più complete in Scozia. La maggior parte delle strutture originali sono state restaurate dal National Trust for Scotland. La disposizione delle strade della parte antica della città si sviluppa in maniera parallela al fiume Tay e presenta una forma a Y. Questo particolare tipo di accordo comprende una singola strada principale (Brae Street/High Street) che va ad intersecarsi nella piazza del mercato, al centro della quale si trova la fontana memoriale di Atholl che fu costruita in onore di George Murray. Nonostante la struttura della città sia rimasta pressoché invariata dalla ricostruzione dopo la guerra, essa è stata alterata radicalmente dalla costruzione di un ponte di pietra sul fiume Tay.

Punti turistici e Riserve[modifica | modifica sorgente]

La sala di Ossian che si trova nella Foresta Craigvinean, nei pressi di Dunkeld.

La città di Dunkeld [3] è situata in una zona della Scozia resa famosa dalla grandezza degli alberi che vi si trovano. La campagna che si trova attorno alla città è divenuta celebre dopo le parole di Shakespeare nella sua tragedia il Macbeth. Al lato Nord-est di Dunkeld si trova la riserva naturale di Loch of the Lowes che è divenuta una delle principali mete turistiche della zona. Questa riserva è attualmente considerata la principale attrazione di Dunkeld secondo molte classifiche popolari,[4] mentre altri punti consigliati per i turisti sono la cattedrale di Dunkeld e il Muro di Ossian.

Persone legate a Dunkeld[modifica | modifica sorgente]

Come sopra citato William Shakespeare collocò parte della trama del Macbeth nelle zone limitrofe di Dunkeld. Anche altre grandi personalità del mondo della letteratura sono collegate, tra le quali John Ronald Reuel Tolkien, autore de Il Signore degli Anelli. Tolkien venne ispirato dalla tragedia di Shakespeare e ambientò una battaglia presente nel romanzo, quale la distruzione di Isengard da parte degli Ent, nella foresta di Birnam (un piccolo paese vicino a Dunkeld).

Hilton Dunkeld House[modifica | modifica sorgente]

Uno dei luoghi più caratteristici di Dunkeld è l'"Hilton Dunkeld House & Country Club", che ha sede in una residenza estiva costruita da George Murray. Tale luogo racchiude una grande importanza storica e artistica. Infatti è la sede del memoriale di Beatrix Potter, la quale trascorse molto tempo scrivendo là. Il primo libro di Potter è stato scritto nella Hilton Dunkeld House.

L'unità di misura[modifica | modifica sorgente]

Sull'unità di misura

Una particolare unità di misura scozzese è il braccio (ell in lingua originale), un'unità arcaica rimpiazzata quasi completamente dalle unità di misura standard comuni nel Regno Unito. Tale unità di misura fu istituita nel 1661 e corrisponde ad una lunghezza di 37 inches, ovvero circa 94 centimetri.

Dunkeld custodisce uno strumento metrico che corrisponde al "braccio scozzese"; tale unità di misura veniva adoperata per misurare stoffe e altre materie prime ed è ancora di uso comune, nonostante la Scozia abbia adottato il Sistema internazionale di unità di misura.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Centro delle lingue di Scozia: Nomi dei posti in Scozia
  2. ^ Guida alle città scozzesi
  3. ^ Sito della città di Dunkeld
  4. ^ Attrazioni a Dunkeld

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]