Costantino I di Scozia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Causantín Mac Cináeda, o in inglese Costantino I MacCinaeda (... – Atholl, 877), fu re di Scozia dall'862 all'877.

Costantino I di Scozia

Figlio di Cináed mac Ailpín. La tradizione fa di Causantin re di Scozia, ma dagli annali di Ulster viene chiarito che era in realtà re dei Pitti. Fu incoronato nell'862 dopo la morte dello zio Domnall.

Nell'866, le cronache dichiarano che la terra dei Pitti venne devastata da vichinghi condotti da Amlaíb Conung. Le cronache sostengono che Amlaìb venne ucciso da Causantin in quello stesso anno, ma gli irlandesi indicano nei loro annali che si hanno notizie di Amlaìb ancora nell'874, data a cui deve essere posticipato quest'evento.

Nell'870 Amalaìb Conung conquistarono Alt Clut, una delle principali città di Strathclyde, dove fu preso tra l'altro prigioniero il re Artgal di Alt Clut, che venne ucciso sotto istigazione dello stesso Constantine. Il figlio di Artgal Run sposò la figlia di Constantine.

Nell'875 è testimoniata la presenza di un esercito vichingo nel territorio dei pitti. Una battaglia combattuta vicino a Dollar, si risolse in una tremenda sconfitta per i pitti. Anche se Constantine sicuramente combatté, morì comunque nell'877 combattendo contro dei vichinghi, ma non si sa con precisione il luogo; per quanto riguarda la causa, sembra si sia trattato di un duello contro Prophecy di Berchá. Il posto della sua morte viene chiamato la caverna nera. Causantin venne sepolto a Iona.

Il figlio Domnall di Causantin ed i suoi discendenti hanno rappresentato la linea principale dei re di Alba e successivamente della Scozia, dall'inizio alla fine.

Predecessore Re di Scozia Successore Royal arms of Scotland.svg
Donald I di Scozia 862–877 Aedh di Scozia