Ismail El Shafei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ismail El Shafei
Dati biografici
Nazionalità Egitto Egitto
Tennis Tennis pictogram.svg
Dati agonistici
Ritirato 1982
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 197-250
Titoli vinti 1
Miglior ranking 34º (8 aprile 1975)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 3T (1971)
Francia Roland Garros 3T (1969)
Regno Unito Wimbledon QF (1974)
Stati Uniti US Open 4T (1974)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 231-215
Titoli vinti 9
Miglior ranking 26º (30 agosto 1978)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open QF (1978)
Francia Roland Garros 3T (1969, 1973, 1974, 1975, 1976 1978)
Regno Unito Wimbledon QF (1981)
Stati Uniti US Open 3T (1970)
Doppio misto1
Vittorie/sconfitte 1-1
Titoli vinti 0
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open -
Francia Roland Garros 2T (1969)
Regno Unito Wimbledon -
Stati Uniti US Open -
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al definitivo

Ismail El Shafei (in in arabo: إسماعيل الشافعي) (Il Cairo, 15 novembre 1947) è un dirigente sportivo ed ex tennista egiziano, il primo ed unico a raggiungere le prime 40 posizioni della classifica ATP[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera sportiva[modifica | modifica wikitesto]

Viene introdotto al tennis dal padre, a sua volta giocatore di tennis, che lo assisterà nelle vesti di allenatore nei primi anni. Nel 1962, a soli 15 anni, si laurea campione nazionale.[1] Nel 1964 vince il Torneo di Wimbledon della categoria juniores.[2] Dopo essersi laureato in economia e scienze politiche all'Università del Cairo nel 1968, passa subito al tennis professionistico debuttando al Torneo di Wimbledon. Sempre a Wimbledon nel 1974 raggiunge il suo miglior risultato nei tornei del Grande Slam spingendosi fino ai quarti di finale diventando uno dei quattro tennisti capace di sconfiggere Björn Borg sui campi dell'All England Lawn Tennis and Croquet Club.[1] In singolare vanta un successo al Philippine International di Manila nel 1974 battendo in finale il tedesco Hans-Jürgen Pohmann e una finale persa a Taipei nel 1977 contro Tim Gullikson. Nell'aprile 1975 raggiunge la sua miglior classifica con la 34ª posizione. Nel doppio ha raccolto risultati migliori con nove successi a livello ATP, conditi da diciassette finali perse, e due titoli nel circuito challenger. Dal 1971 al 1979 ha fatto coppia con il neozelandese Brian Fairlie, con il quale ha raggiunto i quarti di finale agli Australian Open nel 1978 e a Wimbledon nel 1981. Nell'agosto 1978 ha toccato la 26ª posizione del ranking. Con la selezione di Coppa Davis, a parte dal 1963, ha disputato 17 spareggi con uno score di 15 successi e 10 sconfitte in singolare e 8 successi e 9 sconfitte in doppio.

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Subito dopo il ritiro comincia a collaborare con l'Egyptian Tennis Federation (ETF), che presiede una prima volta nel 1996, nel 2005 viene eletto nuovamente presidente della federazione per un mandato di quattro anni al cui termine decide di non ricandidarsi.[1]

Dal 1998 è entrato a far parte della board of directors dell'ITF, è inoltre membro della commissione degli allenatori.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (1)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Grand Prix (1)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 24 novembre 1974 Filippine Philippine International, Manila Cemento Germania Hans-Jürgen Pohmann 7-6, 6-1

Finali perse (1)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Grand Prix (1)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 28 novembre 1977 Taiwan ATP Taipei, Taipei Cemento Stati Uniti Tim Gullikson 7-6, 5-7, 6-7, 4-6

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (9)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Grand Prix / WCT (9)
Numero Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 29 aprile 1974 Stati Uniti St. Louis Open, Saint Louis Terra battuta Nuova Zelanda Brian Fairlie Australia Ross Case
Australia Geoff Masters
7-6, 6-7, 7-6
2. 3 novembre 1974 Nuova Zelanda Benson & Hedges Classic, Christchurch Erba Nuova Zelanda Roscoe Tanner Australia Syd Ball
Australia Ray Ruffels
walkover
3. 10 novembre 1974 Indonesia Jakarta Open, Giacarta Cemento Nuova Zelanda Roscoe Tanner Germania Jürgen Fassbender
Germania Hans-Jürgen Pohmann
7-5, 6-3
4. 25 ottobre 1976 Australia Australian Indoor Championships, Sydney Cemento Nuova Zelanda Brian Fairlie Australia Syd Ball
Australia Kim Warwick
4-6, 6-4, 7-6
5. 11 luglio 1977 Stati Uniti Hall of Fame Tennis Championships, Newport Erba Nuova Zelanda Brian Fairlie Stati Uniti Tim Gullikson
Stati Uniti Tom Gullikson
6-7, 6-3, 7-6
6. 19 marzo 1978 Egitto Cairo Open, Il Cairo Terra battuta Nuova Zelanda Brian Fairlie Argentina Lito Álvarez
Stati Uniti George Hardie
6-3, 7-5, 6-2
7. 10 marzo 1980 Egitto Cairo Open, Il Cairo Terra battuta Paesi Bassi Tom Okker Francia Christophe Freyss
Francia Bernard Fritz
6-3, 3-6, 6-3
8. 14 luglio 1980 Svizzera Swiss Open Gstaad, Gstaad Terra battuta Regno Unito Colin Dowdeswell Australia Mark Edmondson
Australia Kim Warwick
6-4, 6-4
7. 16 marzo 1980 Egitto Cairo Open, Il Cairo Terra battuta Ungheria Balázs Taróczy Francia Paolo Bertolucci
Francia Gianni Ocleppo
6-7, 6-3, 6-1

Finali perse (17)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Grand Prix / WCT (17)
Numero Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 16 agosto 1970 Stati Uniti U.S. Pro Tennis Championships, Boston Cemento Danimarca Torben Ulrich Australia Roy Emerson
Australia Rod Laver
1-6, 6-7
2. 25 settembre 1972 Stati Uniti Los Angeles Open, Los Angeles Cemento Nuova Zelanda Brian Fairlie Stati Uniti Jimmy Connors
Stati Uniti Pancho Gonzales
3-6, 6-7
3. 8 ottobre 1972 Stati Uniti Redwood Bank Pacific Coast Championships, Alamo Cemento Nuova Zelanda Brian Fairlie Paesi Bassi Tom Okker
Paesi Bassi Marty Riessen
6-7, 4-6
4. 8 ottobre 1972 Svezia Swedish Pro Tennis Championships, Göteborg Sintetico indoor Nuova Zelanda Brian Fairlie Paesi Bassi Tom Okker
Paesi Bassi Marty Riessen
2-6, 6-7
5. 5 marzo 1973 Stati Uniti Chicago WCT, Chicago Sintetico indoor Nuova Zelanda Brian Fairlie Australia Ken Rosewall
Australia Fred Stolle
7-6, 4-6, 2-6
6. 16 aprile 1973 Stati Uniti ATP Cleveland, Cleveland Sintetico indoor Nuova Zelanda Brian Fairlie Australia Ken Rosewall
Australia Fred Stolle
2-6, 3-6
7. 19 agosto 1973 Stati Uniti Tanglewood International Tennis Classic, Tanglewood Sintetico indoor Nuova Zelanda Brian Fairlie Australia Bob Carmichael
Sudafrica Frew McMillan
3-6, 4-6
8. 25 gennaio 1975 Stati Uniti Baltimore WCT, Baltimora Sintetico indoor Sudafrica Frew McMillan Australia Bob Carmichael
Australia Ray Ruffels
4-6, 3-6
8. 25 gennaio 1975 Stati Uniti Carolinas International Tennis, Charlotte Terra battuta Nuova Zelanda Brian Fairlie Cile Patricio Cornejo
Cile Jaime Fillol
3-6, 7-5, 4-6
9. 16 marzo 1976 Messico Mexico City WCT, Città del Messico Terra battuta Nuova Zelanda Brian Fairlie Stati Uniti Brian Gottfried
Messico Raúl Ramírez
4-6, 64-7
10. 18 ottobre 1976 Australia Brisbane International, Brisbane Erba Nuova Zelanda Brian Fairlie Australia Syd Ball
Australia Kim Warwick
4-6, 64-7
11. 1º novembre 1976 Australia Western Australian Open, Perth Cemento Australia Bob Carmichael Stati Uniti Dick Stockton
Stati Uniti Roscoe Tanner
7-6, 1-6, 2-6
12. 8 novembre 1976 Giappone Japan Open Tennis Championships, Tokyo Terra battuta Nuova Zelanda Brian Fairlie Australia Bob Carmichael
Australia Ken Rosewall
4-6, 4-6
13. 17 luglio 1978 Stati Uniti Cincinnati Open, Mason Cemento Nuova Zelanda Brian Fairlie Messico Raúl Ramírez
Stati Uniti Gene Mayer
3-6, 3-6
14. 13 agosto 1978 Stati Uniti New Orleans Open, New Orleans Sintetico indoor Nuova Zelanda Brian Fairlie Messico Dick Stockton
Stati Uniti Erik Van Dillen
6-7, 3-6
15. 5 marzo 1979 Nigeria Lagos Open, Lagos Cemento Austria Peter Feigl Stati Uniti Joel Bailey
Stati Uniti Bruce Kleege
4-6, 7-6, 3-6
16. 24 settembre 1979 Italia Campionati Internazionali di Sicilia, Palermo Terra battuta Regno Unito John Feaver Stati Uniti Peter McNamara
Stati Uniti Paul McNamee
5-7, 6-7
17. 20 dicembre 1981 Bulgaria Sofia Open, Sofia Sintetico indoor Cecoslovacchia Rick Meyer Stati Uniti Thomas Emmrich
Stati Uniti Jiří Granát
6-7, 6-2, 4-6

Tornei minori[modifica | modifica wikitesto]

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Finali perse (2)[modifica | modifica wikitesto]
Legenda
Challenger (2)
Futures (0)
Numero Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 22 settembre 1980 Italia Cosenza Challenger, Cosenza Terra battuta Ecuador Ricardo Ycaza Australia Ernie Ewert
Australia Brad Guan
6-7, 3-6
1. 22 settembre 1980 Tunisia Tunis Challenger, Tunisi Terra battuta Cecoslovacchia Jan Kodeš Stati Uniti Steve Meister
Stati Uniti Craig Wittus
4-6, 6-1, 1-6

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Rana Kamaly, THE WATCH: Legend On The Court, 02-02-2012. URL consultato il 14-02-2013.
  2. ^ (EN) ARAB TENNIS LEGEND EL SHAFEI: THE DAY I BEAT BJORN BORG, sport360.com, 08-07-2012. URL consultato il 14-02-2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]