Il pesce innamorato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il pesce innamorato
Titolo originale Il pesce innamorato
Paese di produzione Italia
Anno 1999
Durata 90 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Leonardo Pieraccioni
Soggetto Leonardo Pieraccioni
Sceneggiatura Leonardo Pieraccioni, Giovanni Veronesi
Produttore Vittorio Cecchi Gori
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il pesce innamorato è un film del 1999 diretto e interpretato da Leonardo Pieraccioni.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Arturo è un falegname che scrive racconti fin da quando era piccolo. Uno di questi viene pubblicato da un'importante casa editrice ed ottiene grande successo. Successivamente, durante uno dei suoi viaggi per promuovere il libro, incontra Matilde: i due si innamorano a vicenda però, dopo aver passato la notte insieme, si allontanano per quindici mesi.

Arturo si costruisce in un prato la sua casa ideale con il tetto rosso ed il camino azzurro, dopo essere fuggito dalla frenetica vita dello scrittore di successo, mentre Matilde dà alla luce un bambino. I due a questo punto si rivedono, Matilde riferisce ad Arturo che sta per sposarsi ma che non è sicura sull'identità del legittimo padre del bambino. Alla fine i due si riavvicineranno e andranno a vivere insieme nella casa dal tetto rosso ed il camino blu.

Colonna Sonora[modifica | modifica wikitesto]

La ballata Everyday di Daniele Groff è il brano portante dell'intera colonna sonora; il rispettivo video musicale, diretto da Marco Limberti, inizia con un paesaggio marino, viene spesso attraversato da un pesce rosso ed alterna scene di cantato con frammenti originali e momenti di backstage del film. La canzone è la traccia numero 10 dell'album Variatio 22, uscito nel 1998. Tra le altre canzoni presenti nel film troviamo: La copa de la vida di Ricky Martin e Scatman's world di Scatman John.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Come ha raccontato lo stesso Pieraccioni durante la trasmissione A lezione da Leonardo Pieraccioni andata in onda su SKY, il ruolo dell'autista era stato assegnato a Vasco Rossi, che però sparì a cinque giorni dalle riprese; successivamente l'artista toscano pensò ad un prestigioso cameo di Alberto Sordi che però rifiutò la parte, andata infine a Philippe Leroy.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema