Giancarlo Astrua

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giancarlo Astrua
Dati biografici
Nazionalità bandiera Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada
Ritirato 1958
Carriera
Squadre di club
1948 Benotto Benotto
1949 Benotto Benotto
Follis-Dunlop
1950 Taurea
S.C. Vigor Torino
1951 Atala-Pirelli Atala-Pirelli
Allegro Allegro
Taurea-Cig
1952-1954 Atala-Pirelli Atala-Pirelli
Allegro Allegro
1955 Atala-Pirelli Atala-Pirelli
Lygie
1956-1958 Atala-Pirelli Atala-Pirelli
Nazionale
1953-1957 Italia Italia
Carriera da allenatore
1961 Baratti-Milano
 

Giancarlo Astrua (Graglia, 11 agosto 1927Biella, 29 luglio 2010) è stato un ciclista su strada italiano. Professionista dal 1948 al 1958, abile passista e scalatore, fu terzo al Tour de France 1953 e per due volte quinto al Giro d'Italia[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Corse per la Benotto, la Follis, la Taurea, l'Atala e l'Allegro, distinguendosi soprattutto nelle corse a tappe. Le principali vittorie da professionista furono tre tappe al Giro d'Italia tra il 1950 ed il 1955, il Trofeo Baracchi nel 1952, il Giro di Romagna nel 1953 ed una tappa alla Vuelta a España nel 1956. Fu terzo al Tour de France nel 1953 ed al Tour de Suisse nel 1954.

Dopo il ritiro visse a lungo a Torino, gestendo un negozio di articoli sportivi nei pressi dello Stadio Olimpico.[1] È morto il 29 luglio 2010 all'ospedale di Biella, per i postumi di un incidente stradale in cui era rimasto coinvolto un mese prima.[1]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Coppa Città di Busto Arsizio
15ª tappa Giro d'Italia (Perugia > L'Aquila)
12ª tappa Giro d'Italia (Rimini > San Marino, cronometro)
9ª tappa Vuelta a Castilla
Trofeo Baracchi (con Nino Defilippis)
7ª tappa Gran Premio del Mediterraneo (Siracusa > Enna)
Giro di Romagna
Gran Premio Industria di Belmonte Piceno
5ª tappa Giro d'Italia (Acqui Terme > Genova)
12ª tappa Vuelta a España (Saragozza > Bayonne)

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

Classifica dei Gran Premi della Montagna al Gran Premio del Mediterraneo

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

1948: ritirato
1949: 5º
1950: 25º
1951: 5º
1952: 7º
1953: ritirato
1954: 5º
1955: 16º
1956: ritirato
1957: 15º
1958: ritirato (6ª tappa)
1953: 3º
1955: 7º
1957: ritirato (11ª tappa)

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

1951: 14
1952: 37º
1953: 69º
1955: 17º
1956: 76º
1957: 17º
1958: 10º
1948: 8º
1949: 10º
1951: 7º
1953: 16º

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Lugano 1953 - In linea: 11º

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Addio a Giancarlo Astrua in La Gazzetta dello Sport, 30 luglio 2010. URL consultato il 31-07-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]