George Raynor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
George Raynor
George Raynor.jpg
Dati biografici
Nome George S. Raynor
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1939 - giocatore
Carriera
Giovanili
Flag of None.svg Elsecar Bible Class
Squadre di club1
1929-1930 Flag of None.svg Wombwell  ? (?)
1930-1931 Sheffield Utd Sheffield Utd 1 (0)
1932-1933 Mansfield Town Mansfield Town  ? (?)
1933-1935 Rotherham Utd Rotherham Utd  ? (?)
1935-1938 Bury Bury  ? (?)
1938-1939 Aldershot Aldershot  ? (?)
Carriera da allenatore
1943-1945 Iraq Iraq
1945-1946 Aldershot Aldershot Riserve
1946-1954 Svezia Svezia
1947-1948 GAIS GAIS
1948-1952 AIK AIK
1952-1954 Atvidaberg Åtvidaberg
1954 Juventus Juventus[1]
1954-1955 Lazio Lazio[2]
1956 Coventry City Coventry City
1956-1958 Svezia Svezia
1958-1960 Flag of None.svg Skegness Town
1960 Djurgarden Djurgården
1961-1962 Svezia Svezia
1967-1968 Doncaster Rovers Doncaster Rovers
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Oro Londra 1948
Bronzo Helsinki 1952
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Bronzo Brasile 1950
Argento Svezia 1958
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al febbraio 2010

George Raynor (Wombwell, 13 gennaio 190724 novembre 1985) è stato un allenatore di calcio e calciatore inglese, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Centrocampista di contenimento, inizia la sua carriera di calciatore nelle giovanili della squadra dilettante dell'Elsecar Bible Class, per poi militare in altre squadre di serie minori. L'unica esperienza di rilievo la vive tra le file dello Sheffield United, dove però non riesce a imporsi. Appende gli scarpini al chiodo nel 1939, poco prima dell'inizio della Seconda guerra mondiale.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Raynor in veste di allenatore

Le prime gesta da tecnico le muove a Bagdad, durante la guerra, quando allena per due anni la Nazionale irachena; questa sua iniziativa fu punita dal presidente della Football Association, Stanley Rous, il quale costrinse Raynor ad abbandonare il suo lavoro lì per continuarlo nell'Aldershot, dove allenerà la squadra riserve. Da qui passa nel 1946 a ricoprire la carica di commissario tecnico della Nazionale svedese, con la quale riesce a vincere le Olimpiadi di Londra nel 1948. Vivrà ben tre periodi sulla panchina svedese, con il primo che termina nel 1954, dopo aver partecipato al Mondiale 1950, quando guidò la compagine scandinava verso un sorprendente terzo posto.

Subito dopo la prima esperienza da CT della Svezia, allena varie squadre del posto, per poi intraprendere avventure in Italia, prima una breve parentesi alla Juventus come direttore tecnico e osservatore e successivamente alla Lazio come allenatore, e in Inghilterra dove guida il Coventry City.

Nel 1956 riprende posto sulla panchina della Nazionale svedese, con la quale sfiora una clamorosa vittoria mondiale nel 1958, quando in finale vide la sua formazione andare in vantaggio per poi essere sconfitta per 5-2 dal Brasile di Pelé. Guida la Svezia anche tra il 1961 e il 1962.

Chiude la sua carriera di allenatore nel 1968, dopo aver guidato la formazione inglese del Doncaster.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 1960 ha scritto anche un libro, Football ambassador at large.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

AIK: 1949, 1950

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Svezia: Londra 1948

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Assume l'incarico di direttore tecnico in coppia con Aldo Olivieri.
  2. ^ Assume l'incarico di allenatore in coppia con Roberto Copernico.