Florestano Vancini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un giovanissimo Vancini, a destra dell'operatore, sul set del cortometraggio "Amanti senza fortuna" nel 1949

Florestano Vancini (Ferrara, 24 agosto 1926Roma, 18 settembre 2008) è stato un regista italiano.

Vancini inizia la propria attività, come giornalista per testate locali dell'Emilia - tra queste il Corriere del Po, testata sorta dalle ceneri de il Corriere Padano di Italo Balbo -. L'attività di cineasta inizia nei primi anni cinquanta con una serie di documentari prima e cortometraggi poi. Il primo lungometraggio girato sarà La lunga notte del '43 (1960), interpretato da Enrico Maria Salerno e Gino Cervi e premiato alla Mostra del cinema di Venezia come migliore opera prima.

La sua opera è contraddistinta da impegno politico e testimonianza storica di alcuni importanti eventi fra cui l'assassinio di Matteotti, la strage di Bronte, la resistenza partigiana, le crisi dei comunisti negli anni sessanta ed i problemi sociali dell'Italia.

Negli anni ottanta e novanta realizzò per la televisione sceneggiati di successo come La piovra 2 (1986) e Piazza di Spagna (1992).

L'unico film in cui Vancini appare come attore è Cadaveri eccellenti (1976), di Francesco Rosi.

Nella produzione di Vancini vi è anche il western all'italiana I lunghi giorni della vendetta (1967), firmato con lo pseudonimo di Stan Vance.

La notizia della sua morte è stata resa pubblica ad esequie avvenute, in ossequio alla sua volontà.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 1973: premio speciale della giuria al Festival di Mosca (per Il delitto Matteotti);
  • 1974: menzione della giuria al Festival di Teheran (per Amore amaro).
  • EFEBO D'ORO 1980 - Premio Internazionale Cinema Narrativa - Per il film " Un dramma borghese" tratto dal romanzo di Mario Morselli

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giacomo Gambetti, Florestano Vancini, Gremese Editore, 2000
  • Paolo Micalizzi, Florestano Vancini fra cinema e televisione, Longo Angelo Editore, 2002
  • Alberto Achilli e Gianfranco Casadio, Le stagioni di una vita. Il cinema di Florestano Vancini, Edizioni del Girasole, 2002
  • Valeria Napolitano, Florestano Vancini. Intervista a un maestro del cinema, Liguori Editore, 2008

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 64196879 LCCN: n95099488