Un dramma borghese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un dramma borghese
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1979
Durata 104 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Florestano Vancini
Soggetto Guido Morselli (romanzo)
Sceneggiatura Lucio Manlio Battistrada, Fiorenzo Mancini, Florestano Vancini
Produttore Gianni Minervini, Antonio Avati, Franco Nero (co-produttore)
Casa di produzione A.M.A. Film
Fotografia Alfio Contini
Montaggio Nino Baragli
Musiche Riz Ortolani
Scenografia Fiorenzo Senese
Costumi Fiorenzo Senese
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Efebo d'oro 1980

Un dramma borghese è un film del 1979 diretto da Florestano Vancini, tratto dall'omonimo romanzo postumo [1] di Guido Morselli. Sceneggiato da Lucio Battistrada, Florestano e Fiorenzo Vancini.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Guido (Nero) e Mimmina (Wendel) sono padre e figlia.Giornalista lui e studentessa lei, si incontrano a Lugano dopo anni di separazione. La convivenza in albergo sviluppa un rapporto paradossale. L'affetto filiale assume tratti morbosi e per sfuggire all'incesto Guido intreccia una relazione con la giovane Therese (Di Lazzaro), amica di Mimmina, scatenando la tragedia. Il film vinse l'Efebo d'oro nel 1980.

Location[modifica | modifica sorgente]

Il film è girato in parte al «Grand Hotel Victoria», a Menaggio, sul Lago di Como.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il film è stato distribuito in Italia dalla Variety Film il 31 agosto 1979.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Guido Morselli, Un dramma borghese, Adelphi, Milano 1978, ISBN 8845909123.

[1]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema
  1. ^ Paolo Mereghetti, Dizionario dei film, Baldini & Castoldi, 2014.