Elli Parvo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un ritratto di scena di Elli Parvo.

Elli Parvo, all'anagrafe Elvira Gobbo (Milano, 17 ottobre 1914Roma, 19 febbraio 2010), è stata un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Debutta diciannovenne nel cinema con il film Teresa Confalonieri (1934) di Guido Brignone.

Nel dopoguerra esce il film Desiderio, iniziato da Roberto Rossellini nel 1943 e portato a termine da Marcello Pagliero nel 1946: Elli Parvo vi interpreta il ruolo di una donna senza scrupoli. Sempre nel 1946 interpreta un altro ruolo negativo nel film Il sole sorge ancora, di Aldo Vergano. Nella metà degli anni cinquanta la sua carriera è in declino, unica partecipazione di rilievo è quella al fianco di Totò in Totò terzo uomo (1951), di Mario Mattoli.

Nel 1960, dopo aver interpretato un ruolo in Madri pericolose, abbandona per sempre la carriera cinematografica.

È scomparsa nel 2010 all'età di 96 anni[1].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Addio a Elli Parvo, «femme» fatale per Rossellini

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Le attrici, Gremese editore, Roma, 2003

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 173059234