Piante officinali spontanee

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Elenco delle piante officinali spontanee soggette alle disposizioni della legge 6 gennaio 1931 n. 99., indicato con il Regio decreto n. 772, 26 maggio 1932[1]. Si tratta delle piante incluse nella farmacopea ufficiale e che quindi, teoricamente, le farmacie dovrebbero avere in assortimento. L'elenco è stato rimaneggiato molte volte dal 1932 a oggi, soprattutto per escluderne alcune voci, di volta in volta sostituite da farmaci più facilmente reperibili e conservabili. Molto diverso è l'assortimento reperibile nelle erboristerie che riflette gli usi popolari ed esclude rigorosamente le piante velenose che in questo elenco sono ben nove.

Nome volgare Nome botanico Parti usate
Aconito Aconitum napellus foglie e radici
Adonidi Adonis spec. var. piante intere
Angelica Angelica archangelica semi e radici
Arnica Arnica montana fiori e radici
Artemisia Artemisia vulgaris foglie, fiori, radici
Assenzio gentile Artemisia pontica parti aeree
Assenzio maggiore Artemisia absinthium parti aeree
Assenzio pontico alpino Artemisia vallesiaca parti aeree
Assenzio romano V. Assenzio maggiore parti aeree
Bardana Lappa major radici
Belladonna Atropa belladonna foglie
Brionia Bryonia dioica radici
Calamo aromatico Acorus calamus radici
Camomilla comune Matricaria chamomilla fiori
Cardosanto Carbenia benedicta parti aeree
Centaurea minore Erythraea centaurium erba fiorita
Cicuta maggiore Conium maculatum foglie
Colchico Colchicum autumnale bulbi e semi
Coloquintide Citrullus colocynthis frutti
Digitale Digitalis purpurea foglie
Dulcamara Solanum dulcamara stipiti
Elleboro Veratrum album radici
Enula campana Inula helenium radici
Erba rota Achillea herba-rota parti aeree
Farfara Tussilago farfara fiori
Fellandrio Oenanthe aquatica semi
Frangula Rhamnus frangula corteccia del fusto
Frassino da manna Fraxinus spec. var. Manna
Genepi Artemisia mutellina parti aeree
Artemisia spicata parti aeree
Artemisia glacialis parti aeree
Artemisia schmidtiana parti aeree
Genziana Gentiana lutea radici
Giusquiamo Hyosciamus niger foglie
Imperatoria Peucedanum ostruthium radici
Issopo Hyssopus officinalis radici
Iva Achillea moscata Parti aeree
Lavanda vera Lavandula angustifolia (L. officinalis) sommità fiorite
Lavanda spigo Lavandula latifolia sommità fiorite
Licopodio Lycopodium clavatum spore
Limonella Dictamnus albus sommità fiorite
Liquirizia Glycyrrhiza glabra radici
Melissa Melissa officinalis foglie e sommità fiorite
Pino mugo Pinus pumilio rametti
Psillio Plantago psyllium semi
Polio montano Teucrium montanum parti aeree
Sabina Juniperus sabina rametti
Saponaria Saponaria officinalis foglie e radici
Scilla marittima Urginea maritima bulbi
Spincervino Rhamnus cathartica frutti
Stafisagria Delphinium staphisagria semi
Stramonio Datura stramonium foglie
Tanaceto Tanacetum vulgare fiori
Tarassaco Taraxacum officinale radici
Tiglio Tilia sp. fiori
Timo Thymus vulgaris erba fiorita
Valeriana Valeriana officinalis radici

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Regio decreto n. 772, 26 maggio 1932 – Elenco delle piante dichiarate officinali

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]