Ekaterina Michajlovna Romanova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La granduchessa Ekaterina Mikhajlovna

Ekaterina Michajlovna Romanova (russo: Екатерина Михайловна, Ekaterina Mikhailovna) (San Pietroburgo, 28 agosto 1827San Pietroburgo, 12 maggio 1894) era la terza figlia del granduca Michail Pavlovič Romanov e di sua moglie Carlotta di Württemberg (Elena Pavlovna dopo la conversione all'ortodossia). Sua madre si occupò della sua educazione, scegliendo personalmente gli insegnanti che dovevano insegnare alla Granduchessa le lingue straniere, il canto e il disegno.

Cresciuta con la famiglia nel Palazzo Michailovskij, il 6 febbraio 1851 a San Pietroburgo sposò il duca Giorgio Augusto di Meclemburgo-Strelitz (1824-1876), ultimo figlio del granduca Giorgio di Meclemburgo-Strelitz (1779-1860) e della principessa Maria di Assia-Kassel (1796-1880). Amava suo marito profondamente e devotamente. Ebbero quattro figli:

Morì il 30 aprile 1894, "dopo una lunga e penosa malattia". È sepolta nella Cattedrale di Pietro e Paolo a San Pietroburgo.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]